Questa musica
segue i miei passi
tra la gente,
tra luci natalizie,
tra gli odori di cose e case antiche,
tra quei palazzi
che quasi si toccano,
come tu toccavi me.
Il vento freddo scolpisce i palazzi,
graffia il mio volto,
come questa strada che taglia
la mia Napoli.
Sorrido al musicista da strada,
e mentre vado via,
lui sorride me.

Daniela Scodellaro

dicembre, 2013