Mario Cipolletta, titolare del Cannabis Store Amsterdam in Via Vittoria Colonna, 13, parla a Napoliflash24 degli effetti terapeutici della canapa sativa.

La cannabis legale è arrivata anche nei pressi della stazione di Napoli Piazza Amedeo, più precisamente in Via Vittoria Colonna, 13 tra le grandi boutique della Napoli bene, dove ha aperto da qualche settimana uno store di prodotti a base di canapa con un livello di THC inferiore allo 0,5 per cento. Non solo. Mario e sua moglie Tania, conosciutisi in Egitto e titolari di questo meraviglioso angolo di paradiso, ci mostrano la gran varietà di prodotti presenti: abbigliamento, gadget da arredamento, alimentari e bevande a base di canapa.

Noi di NapoliFlash24 li abbiamo intervistati. Prima però, è importante fare qualche precisazione.

Il brand Cannabis Store Amsterdam nasce al fine di produrre, commercializzare e distribuire in Italia ed in Europa prodotti a base di cannabis le cui piante utilizzate sono scelte per evitare effetti psicoattivi, tipici effetti ottenuti dalla presenza di una gran quantità di THC. Il CBD, invece, è un cannabinoide non psicoattivo e genera, al contrario, effetti sedativi riducendo tremori e battito cardiaco accelerato. Come viene spiegato durante l’intervista molti consumatori utilizzano questo cannabinoide per alleviare dolori e infiammazioni oltre che mitigare alcuni stati d’ansia come il Disturbo Post Traumatico da Stress (DPTS) e il Disturbo Ossessivo Compulsivo (DOC).

A quanto vedo ci sono una gran varietà di prodotti. Chi viene in questo store cosa acquista maggiormente e soprattutto qual è la fascia d’età dei clienti?

Il target della nostra clientela è dai 40/60 anni a salire e questo dipende soprattutto per la location in cui siamo. Le persone che vengono sono già abbastanza informate sugli aspetti e benefici che questa pianta comporta. Qui arrivano persone che acquistano maggiormente inflorescenze e tisane in grado di risolvere diversi problemini: stati di ansia, stati depressivi, problemi di insonnia, sintomi infiammatori, dolori articolari, tremori e via discorrendo. I ragazzini invece che vogliono trovare lo sballo non entrano qui perché purtroppo cercano quel tipo di erba che oltre a sballare fa anche molto male perché al suo interno ci sono mix di agenti chimici (veleno per i topi, metadone, spruzzi di eroina per creare dipendenze) che fanno malissimo. Insomma, i clienti vengono per curarsi e per rilassarsi. Inoltre ricerche scientifiche hanno dimostrato che la molecole del CBD, cioè del cannabidiolo, ha veramente dei benefici importanti sull’organismo: è antibatterico, antinfiammatorio, antidolorifico; inoltre anche i malati di Parkinson o sclerosi riescono a trarre benefici grazie a questa pianta le cui molecole sono neuro protettive, quindi protegge le cellule celebrali.

E’ un boom che sta riscuotendo un successo enorme anche se non sono mancate polemiche. La preoccupazione è che la legalizzazione della cannabis light così come l’apertura di questi negozi possa indurre curiosità negli adolescenti e quindi spingerli al consumo. Cosa ne pensi?

Innanzitutto, secondo me il proibizionismo porta l’effetto contrario. Molti ragazzi già conoscono e già utilizzano questa pianta, ma consumano quella che fa male con un THC elevato e quella lavorata con agenti chimici. Con negozi come questo certamente verrebbero fornite informazioni adeguate al ragazzino che si affaccia per la prima volta a questa realtà; inoltre si eviterebbero consumi che danneggiano l’organismo.

Il grande difetto è quello di associare un prodotto naturale e riconosciuto benefico, grazie alle proprietà terapeutiche del CBD, alla cannabis di uso ludico. Come è stata accolta secondo te questa novità dai napoletani?

Tutta Italia ha bisogno di andare a passo con i tempi. Siamo molto indietro rispetto ad altre realtà come quelle americane, e non solo, dove c’è maggiore informazione e divulgazione scientifica. Si vendono alcolici, si vendono sigarette che sono altamente cancerogene e uccidono migliaia di persone mentre questo viene visto ancora come un tabù, c’è incoerenza. Per me è un controsenso non poter poi legalizzare una pianta che ha solo principi benefici, non può fare altro che bene.

Chi vuole raggiungerti in Via Vittoria Colonna, 13, cosa dovrà aspettarsi?

Innanzitutto un grandissimo sorriso da parte di noi titolari, nonché marito e moglie. Il sorriso, prima ancora della cannabis, è la medicina della vita. Troveranno informazione in primis, troveranno prodotti controllati, alimentari, bevande e  prodotti utili per chi soffre di insonnia, attacchi di panico, ansie che si possono avere in questi tempi e poi anche diversi accessori, abbigliamento, gadget per arredamento da casa e souvenir. Troveranno bevande a base di canapa come la Coca Cola, soda, Thè verde, vino rosso e vino bianco. Inoltre noi pensiamo anche ai nostri amici a quattro zampe. Vendiamo crocchette per cani e gatti che spesso soffrono di artrosi. Dulcis in fundo caffè alla canna, infatti non appena termina l’intervista ve ne offro uno.