Toni Servillo riceverà il Nastro D’Argento alla carriera durante la cerimonia che si terrà a fine giugno a Roma. L’attore napoletano, noto per aver interpretato diversi personaggi straordinari come Jep Gampardella nel film Premio Oscar La grande bellezza, Andreotti ne Il Divo, Berlusconi in Loro di Paolo Sorrentino e tanti altri di grande successo, riceverà il premio, come i vincitori del Nastro dell’Anno andato al film di Giorgio Diritti “Volevo Nascondermi”, con Elio Germano.

“Un protagonista che continua a lasciare il segno regalandoci personaggi e interpretazioni sempre indimenticabili nel cinema, quest’anno, con ‘L’uomo del labirinto’, ‘5 è il numero perfetto’ e con la bellissima voce di Leonzio in un piccolo gioiello come ‘L’invasione degli orsi in Sicilia’. È un perfezionismo, il suo, che continua ad affascinarci e fa la differenza anche nella qualità, nata oltre lo schermo e prima dello schermo, nel suo fare teatro” dice la motivazione del riconoscimento del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani.

Classe 1959, l’attore ha già ricevuto quattro Nastri d’argento, il premio istituito nel 1946 dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI). Lanciato da Mario Martone a seguito di diverse interpretazioni in film di successo quali Morte di un matematico napoletano e I vesuviani, Servillo ha preso parte a molteplici ruoli di spicco a teatro, ma il successo arriva attraverso il sodalizio con Paolo Sorrentino a partire dal film L’uomo in più e a seguire con Le conseguenze dell’amore, senza dimenticare il ruolo di Franco in Gomorra di Matteo Garrone che interpreterà in seguito. Prossimamente, l’attore interpreterà Eduardo Scarpetta nel film di Mario Martone.