Dal 14 al 19 marzo, il Nuovo Teatro Sanità dedica un’intera settimana alla compagnia Teatri Uniti, che festeggia il suo 30ennale, portando in scena, sul palcoscenico di piazzetta San Vincenzo, due spettacoli di grande successo della compagnia.

Si parte martedì 14 marzo con Toni Servillo legge Napoli, in cui il direttore artistico di Teatri Uniti incontra il suo pubblico al Rione Sanità, per raccontare, nel cuore di uno dei quartieri più difficili della città, Napoli e le sue contraddizioni; leggendo le parole di poeti e scrittori che di Napoli hanno conosciuto bene la carne e il cuore: «Ho scelto questi testi – rivela Servillo – perché ne emerge una lingua viva nel tempo, materna ed esperienziale, che fa diventare le battute espressione, gesto, corpo». Toni Servillo legge Napoli è un viaggio dentro il corpo delle parole che hanno raccontato il capoluogo partenopeo, ma è anche un omaggio alle voci letterarie e teatrali di Napoli, da quella di Salvatore Di Giacomo a quelle di Ferdinando Russo, Raffaele Viviani, Eduardo De Filippo e Antonio De Curtis, fino alla voce contemporanea di Enzo Moscato e ancora a quelle di Mimmo Borrelli, Maurizio De Giovanni e Giuseppe Montesano. Ne emerge una fuga dalle icone più obsolete della napoletanità, ma insieme un bisogno perentorio di non rinunciare ad una identità sedimentata da quattro secoli di letteratura.

si prosegue dal 17 al 19 marzo con Magic People show, dall’omonimo romanzo di Giuseppe Montesano, ritratto di una delirante società specchio paradossale di un’Italia in preda a dipendenze di vario genere, portato in scena da Enrico Ianniello, Tony Laudadio, Andrea Renzi e Luciano Saltarelli.
Il lavoro teatrale mette a fuoco con sprezzante ironia, le inquietanti conseguenze di una società in cui si è disposti a tutto pur di raggiungere il successo economico. Un’allucinante comunità di cittadini-mostri vive in un condominio da reality-show: è l’inquietante realtà prospettata dal romanzo di Montesano. Si tratta di una lettura impietosa dell’Italia contemporanea dove vive un Popolo Magico, assuefatto dall’ossessionante ricerca del denaro, prigioniero ma illuso di essere libero, incurante del bisogno di amore e passione. Un piccolo show postmoderno che, mescolando dramma e opera buffa, scopre le piaghe di una società terribile, dove si moltiplicano le vittime dell’influenza mediatica, sudditi televisivi, schiavi della pubblicità e i risanatori dell’economia nazionale, venditori di spiagge, venditori d’aria e compratori di anime.

Teatri Uniti alla Sanità il 14, 17, 18 e 19 marzo
presso Nuovo Teatro Sanità

Info e prenotazioni:
3396666426
www.nuovoteatrosanita.it

Programmazione:
martedì 14 marzo, ore 21.00
venerdì 17 marzo, ore 21.00
sabato 18 marzo, ore 21.00
domenica 19 marzo, ore 18.00

Nuovo Teatro Sanità, piazzetta San Vincenzo, Rione Sanità – Napoli

Servizio navetta per il teatro