Dopo anni di lavoro per alcune decine di addetti amministrativi della Tirrenia Compagnia italiana navigazione spa delle sedi di Napoli e di Cagliari si prospetta il trasferimento a Portoferraio, Livorno e Milano. Lo si è appreso ieri al termine di un vertice che si è tenuto tra le organizzazioni sindacali nazionali e l’azienda. La Tirrenia ha annunciato una riorganizzazioni aziendale che prevede la chiusura degli uffici campani e della Sardegna della compagnia di navigazione.

“Per la città di Napoli sarebbe un altro durissimo colpo”, dice Amedeo D’Alessio della Filt Cgil. Sono 65 gli addetti occupati nella sede di Napoli. A preoccupare le organizzazioni sindacali sono anche i “possibili riflessi” della scadenza della convenzione ministeriale che sono stati paventati nel corso del vertice romano di ieri. Dal mese di settembre potrebbe esserci un esubero del personale navigante proprio in conseguenza della cessazione del contratto relativo alla continuità territoriale con Sardegna e Sicilia.