Si concluderà domenica 27 maggio, con la proclamazione dei vincitori, la quarta edizione del Gulf of Naples Independent Film Festival, rassegna cinematografica internazionale destinata a fare da vetrina a lavori privi di distribuzione.

Proponendosi come vera e propria vetrina internazionale per pellicole di vario tipo e genere, rappresenta un punto di incontro tra esperienze artistiche diverse per tecnica, storia, cultura e costume.

La Sala Sannazaro ospiterà per tre giorni, 25-26-27 maggio, la kermesse, con proiezioni dal mattino dei film in concorso e la mostra dei manifesti storici del cinema, sempre visitabile. La serata finale di premiazione avverrà sempre alla sala Sannazaro della chiesa di S. Maria del Parto, il 27 maggio alle 19, al termine di tutte le proiezioni, e sarà presentata dall’attore Ciro Zangaro.

In tutte le edizioni, sono state circa un centinaio le opere provenienti da tutto il mondo iscritte alla manifestazione artistica napoletana nelle 4 sezioni previste: lungometraggi, cortometraggi, documentari e animazione.

Anche quest’anno si è registrata la presenza tra i giurati dei registi vincitori delle precedenti edizioni che hanno contribuito ad accrescere il carattere di internazionalità della manifestazione, tra i quali il regista/produttore franco-belga Vincent Fournier, la regista bulgara Ilina Perianova, e la regista canadese Federica Foglia.

La giuria, dopo accurata selezione, ha ammesso alla tre giorni finale 6 lungometraggi, 24 corti, 6 documentari.

Il festival, così come nella precedenti edizioni, sarà impreziosito da un’esposizione unica e inedita di manifesti storici di film, provenienti dalla collezione privata di Alberto e Sara Bruno, dedicata di volta in volta a un genere cinematografico differente.

Il “melodramma” fu il tema al centro della prima edizione, il “peplum” quello della seconda edizione, e gli “Spaghetti western” della terza. Quest’anno il genere rappresentato sarà incentrato sul filone denominato “Il poliziottesco”. Il titolo dell’esposizione, sulla falsariga di quelli che hanno contraddistinto il genere, sarà: Il Poliziesco all’italiana fine anni ‘70 evolve in altre forme. Il filone napoletano con Mario Merola.”

Da quest’anno grazie ad una partnership con Easy Cinema, società di produzione-distribuzione rappresentata da Salvatore Scarico, verrà offerto ai film che rivestono determinate caratteristiche un mandato di distribuzione per il territorio italiano.