Al via questa mattina a Napoli, dopo l’identificazione dei candidati, i test per l’accesso alla Facoltà di Medicina. I ragazzi che tenteranno di superare la selezione sono in tutto 6369. Di questi 4669 si sono iscritti per l’Università Federico II, 1700 per l’Università della Campania Luigi Vanvitelli. Nel dettaglio i posti a disposizione presso l’ateneo partenopeo sono in tutto 507, mentre alla Vanvitelli di Caserta sono 500. I test, su base nazionale, consentono ai candidati di indicare anche altre facoltà di medicina in altre città italiane e attendere poi lo scorrimento delle graduatorie per un eventuale accesso.
Secondo un sondaggio di laskuola.net su 1.600 candidati, il 75% degli aspiranti medici denuncia la passione come primo elemento motivazionale. Le prospettive occupazionali sono prioritarie solo per il 12% degli intervistati. E quelle retributive, seppur dopo tanti sacrifici, sono decisive solo per l’8% del campione. Una novità d’altri tempi turba i candidati: meno quiz di logica (da 20 a 10) e più domande di cultura generale (da 2 a 12), a fianco di materie più tradizionali come matematica, fisica, chimica, biologia. In totale 60 quesiti cui rispondere nel tempo massimo di 100 minuti. I ricorsi non mancheranno.