Vincere era l’unica cosa che contava ieri al San Paolo, vincere per essere finalmente terzi da soli e a meno sei dalla Roma seconda. Però come ci siamo indignati per la direzione aribitrali di Napoli-Juve, dobbiamo anche riconoscere, la prestazione pessima di Calvarese e assistenti, nel posticipo di ieri sera: Sbagliano sul primo gol del Napoli, sulla mancata espulsione di Roncaglia, poi non fischiano un rigore e ne assegnano un altro dubbio. Insomma ancora una volta arbitri immancabilmente protagonisti in negativo, il Genoa infatti ha scelto ieri di restare in silenzio stampa, proprio per protesta contro l’arbitraggio.
Il Napoli con la spinta del San Paolo, con un grande Higuain, con la fortuna e con la grinta, porta a casa l’ennesima vittoria sofferta della stagione(anche se vincere soffrendo è comunque prerogativa delle grandi squadre). Il match poteva essere tranquillamente chiuso nel primo tempo se De Guzman non avesse fallito(speriamo perda presto il vizio) due clamorose occasioni per raddoppiare. La squadra c’è, e salvo le solite fasi di sbandamento, ha dimostrato una certa unità, complimenti ancora una volta anche a Strinic, lo stesso purtroppo non si può dire per l’altro nuovo arrivato,  Gabbiadini, che a quanto pare ci metterà un pò più di tempo per integrarsi nel sistema di gioco.
Tra le note positive c’è sicuramente l’enorme prestazione di Higuain che forse ormai non fa più notizia. L’argentino, al pari di Tevez come miglior attaccante del torneo, è in uno grande stato di forma e lo ha dimostrato creando scompiglio nella difesa avversaria, segnando due gol e correndo come un forsennato fino al momento della sostituzione a quattro minuti dal termine del match.
Tra le note negative, l’ammonizione che costa la squalifica a Koulibaly, e la pessima prestazione di Inler che purtroppo non fa nulla per smentire il comportamento di Benitez nei suoi confronti. Che sia giunta al capolinea l’avventura dello svizzero ex Udinese, all’ombra del Vesuvio? Lo sapremo per certo la settimana prossima, quando si chiuderà la sessione invernale di calciomercato.
Intanto ora il Napoli, può guardare con serenità al match di Verona, tenendo sempre d’occhio Lazio e Samp e provando ad avvicinare ancora un pò una Roma, apparsa in grande affanno nelle ultime uscite.
NAPOLI-GENOA 2-1
NAPOLI
Rafael, Maggio, Albiol, Koulibaly, Strinic, David Lopez, Inler, Hamsik, De Guzman, Callejon, Higuain. All.Benitez
GENOA
Perin, Roncaglia, Burdisso, De Maio, Edenilson, Rincon, Bertolacci, Antonelli, Iago Falque, Fetfatzidis, Perotti. All.Gasperini
GOL: 7′, 74’rig. Higuain(N), 55′ Iago Falque(G)

A proposito dell'autore

Fabio Ferraro

Giornalista pubblicista dal 2014, grande amante di calcio, sport in generale, musica e storia contemporanea, collabora con Napoliflash24 dalla sua fondazione(2013). Curatore dal 2013 delle Rubriche "Largo ai giovani" e "Mondo Ultras" su ilnapolionline.com. In passato ha collaborato con il magazine "Thetripmag.com", il blog "letteraturateatrale.it", il portale "Forumitalia" e inoltre ha ricoperto nel corso del biennio 2013/2014, il ruolo di addetto stampa dell'ASD Partenope Soccer.

Post correlati