Si è svolta ieri, in modalità telematica, la riunione tecnica di coordinamento tra le Prefetture di Napoli e Caserta, per contrastare i roghi nella Terra dei Fuochi. All’incontro in videoconferenza, hanno partecipato anche i vertici provinciali delle Forze dell’ordine e dei Vigili del Fuoco delle due province, del Comandante delle Forze Operative Sud, del Comandante del Reparto Aereonavale della Guardia di Finanza e del neo Incaricato del ministro dell’interno per il contrasto dei roghi dei rifiuti nella Regione Campania.

Dalla riunione è scaturito un piano, composto da 4 linee d’azione, come indicato dal ministero dell’Ambiente, per conferire impulso all’attività di contrasto ai roghi tra Napoli e Caserta. In particolare verranno potenziati i servizi straordinari di presidio del territorio da parte delle forze di polizia e delle forze armate. Nel fare ciò verranno coinvolti i comuni interessati dai fenomeni, che avranno il compito di incrementare la raccolta differenziata e contrastare lo sversamento selvaggio dei rifiuti in strada. Azioni che richiedono un poderoso incremento dei controlli che si svolgeranno con l’ausilio dei droni e contrastare concretamente il fenomeno dell’abbandono incontrollato di rifiuti, spesso dati alle fiamme.