Dopo 50 anni ritorna la grande lirica al Teatro Romano di Benevento con l’evento voluto e realizzato dalla Regione Campania, sotto la direzione artistica di Vittorio Sgarbi, “Opera Lirica al Teatro Romano.

“Sin dal mio insediamento – racconta il direttore Ferdinando Creta – ho lavorato perché il Teatro tornasse alla sua funzione originaria e quindi ad ospitare eventi e manifestazioni. La sensibilizzazione alla Scabec ha finalmente dato i suoi frutti”.

Il teatro fu eretto nel settore sud-occidentale della città presumibilmente sotto l’imperatore Traiano e sorge tra Pont’Arsa e il Duomo, nelle vicinanze del cardo maximus dell’antico impianto urbanistico romano. Dopo esser stato interessato da significativi restauri che interessarono le strutture e, in particolar modo, la cavea, il teatro fu restituito alla città e alla sua originaria funzione: la rappresentazione dello spettacolo “Le donne al parlamento” di Aristofane, messo in scena il 26 giugno del 1957, rappresentò l’inizio di una nuova stagione del complesso monumentale beneventano.

La rassegna è realizzata attraverso la Scabec (Società Campana per i Beni Culturali) in collaborazione con il MiBAC Polo Museale della Campania, il Comune di Benevento ed in stretta sinergia con la direzione archeologica dell’area e ha come obiettivo quello di rilanciare e valorizzare uno dei siti culturali più significativi del nostro territorio. Già durante l’anno la Scabec ha realizzato una serie di percorsi culturali di trekking urbano e di visite notturne per scoprire i tanti tesori d’arte, architettura e archeologia che Benevento e i suoi dintorni custodiscono.

Gli appuntamenti in programma saranno resi affascinanti grazie al suggestivo scenario del Teatro Romano; l’acustica formidabile dell’area archeologica permetterà agli spettatori presenti di apprezzare le sfumature, anche più intime, delle partiture musicali e delle performance canore.

Sono in programma già tre titoli che porteranno in scena molteplici temi come l’amore, gli intrighi, i drammi e la satira: “Rigoletto”, opera di tre atti di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave, tratta dal dramma di Victor Hugo “Le Roi s’amuse”, che è in programma il 4 agosto per la regia di Katia Ricciarelli. “Pagliacci”, che rappresenta il capolavoro assoluto del verismo melodrammatico italiano, in programma per l’11 agosto con la direzione artistica di Vittorio Sgarbi, e infine “La Vedova Allegra”, celebre operetta ambientata a Parigi, programmata per il 7 settembre con la regia di Flavio Trevisan.

E’ possibile acquistare i biglietti del primo spettacolo al botteghino del Teatro Romano sabato dalle 13 alle 19 e domenica dalle 13 alle 21.
Posto unico 15 €, ridotto 5 € per under 25 e possessori di Campania>artecard, il sistema integrato musei/trasporti ideato nel 2002 dalla Regione Campania e coordinato dalla Scabec con l’obiettivo di potenziare la fruizione del patrimonio culturale della Campania.
Tutti gli spettacoli sono in vendita sul circuito online www.vivaticket.it.
Per tutte le informazioni visitare il sito www.teatrobenevento.it o contattare l’Ept di Benevento al numero 08241664383.