E’ stato deliberato oggi il bando del bonus per gli Imprenditori Agricoli e per i Floricoltori, in seguito alle decisioni prese ieri durante il Tavolo Verde della Regione Campania. Presenti all’incontro, durante il quale sono state condivise diverse proposte della Cia, Nicola Caputo, consigliere delegato all’Agricoltura del Presidente della Giunta Regionale Vincenzo De Luca.

Il bando prevede che i Caa che utilizzeranno la convenzione con la Regione avranno accesso a verifiche più agili da parte della Pubblica Amministrazione. Sui Super Caa, il consigliere Nicola Caputo ha condiviso e fatta sua la proposta del presidente di Cia Campania Alessandro Mastrocinque di costituire presso l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania un gruppo integrato tra dirigenti della pubblica amministrazione e i riferimenti dei Super Caa convenzionati con la Regione.

Cia Campania ha inoltre avanzato la proposta, condivisa dalla Regione, di utilizzare i fondi non impegnati del PSR Campania ed eventuali economie del PSR Campania 2014/2020 per circa 90 Mln di Euro in modo da scorrere l’overbooking del Progetto Integrato Giovani (start up per i giovani) Misura 611/412 del Psr e la Misura 411 destinata all’ammodernamento delle imprese agricole. “In questo modo – commenta Alessandro Mastrocinquepotrà essere finalmente data risposta alle aziende e ai giovani che aspettano da tre anni”.

Per il settore Vitivinicolo la Cia Campania ha proposto alla Regione di aprire l’azione Vendemmia Verde dell’OCM vitivinicola e di attuare la misura della Raccolta Verde per il comparto Vitivinicolo e Ortofrutticolo. Per le risorse finanziarie per attuare queste azioni si possono modificare i piani delle Ocm spostando fondi impegnati attualmente sulla promozione dei vini. Inoltre, l’UE deve costituire un fondo straordinario per queste azioni che sono dirette a diminuire e ritirare i prodotti dal mercato.

Importante è anche l’impegno della Regione sulla Misura 13, ex indennità compensativa, a trovare le somme per rimpinguare le risorse attuali della misura fino al raggiungimento della copertura totale del premio diretto alle imprese agricole.

Cia Campania ha proposto di velocizzare anche con correttive manuali le tante domande del PSR a superficie degli anni 2017, 2018 e 2019. Questa sarebbe un’altra boccata d’ossigeno per le aziende agricole in questo periodo difficile. “Queste azioni ci aiuterebbero a mettere in modo un comparto e le economie locali dei territori”, conclude il presidente di Cia Campania Alessandro Mastrocinque.