Barattoli, lattine, bidoni, elastici, materiale elettrico e ferroso diventano musica, tra le mani dei ragazzi di una scuola della provincia di Napoli. Si chiama “Suoniamo la città” l’iniziativa a cui hanno partecipato 80 studenti dell’Istituto Comprensivo Francesco Di Capua di Castellammare di Stabia. Realizzata grazie al supporto di due musicisti napoletani Elisabetta Ferraro e Maurizio Capone, che hanno affiancato gli studenti, l’iniziativa rientra nel programma “Per Chi Crea”, grazie al sostegno del ministero dei Beni culturali e Siae.

Un lavoro originale, quello prodotto dagli scolari del Francesco Di Capua, retto dalla preside Rosa Vitale, che, per la qualità e la particolarità della proposta artistica, si è aggiudicato l’importante riconoscimento nazionale proposto dal bando pubblico “Per Chi Crea“. Otto mesi di attività che hanno impegnato gli alunni che hanno seguito, insieme ai musicisti docenti Rosario Minetti, Antonio Del Prete, Lucio Miele, un percorso di formazione artistica, ma anche di educazione civica, che parte dalla trasformazione di oggetti d’uso comune e rifiuti solidi urbani in strumenti musicali, per arrivare alla costituzione di una vera e propria orchestra e alla messa in scena di una serie di spettacoli realizzati e programmati.