Nell’ambito della Kermesse del Comune di Napoli, “Stati Generali del Mare – seconda edizione 2018″ ideata dalla delegata mare Daniela Villani, il 28 ottobre 2018, alle ore 10,30 sul Pontile Nord di Bagnoli in via Coroglio 28/30 Napoli, Gong Planetari ed altri strumenti ancestrali suoneranno in un concerto gratuito, per il nostro mare e per una umanità di pace, che sarà eseguito da Antonella Notturno Sachjot Kaur – International Advanced Gong, SingingBowls & Tuning Fork Master – coadiuvata da alcuni dei suoi allievi della Via del Suono.

Non si tratta di un normale concerto, perché gli strumenti utilizzati producono particolari suoni molto rilassanti che immediatamente conferiscono una sensazione di benessere, liberando la mente.

La varietà di armonici sprigionata dagli stessi, permette di entrare in contatto con il subconscio per consegnare un messaggio di ordine e pace e, nel contempo, armonizza anche l’atmosfera degli agglomerati urbani circostanti, elevandone la frequenza vibratoria.

 I suoni vibrano in maniera così piena, penetrante ed avvolgente, da riempire tutto lo spazio che trovano intorno, in modo quasi tangibile dando, appunto, una sensazione di ‘immersione’ a chi ascolta, per questo motivo, al riguardo, si usa anche il termine di Bagno di Suono.

Anche la scelta del Pontile Nord di Bagnoli come location dell’evento non è causale.

Questo pontile che per novecento metri taglia il mare, per Antonella Notturno, rappresenta un grande esempio di riscatto sociale e naturale, essendo stato realizzato, come ella stessa ricorda, per la riqualificazione dell’area urbana dismessa dall’ex Italsider nonché un simbolo di un compromesso tra l’uomo e la natura, il legame tra un passato degradante e un futuro speranzoso. E ’un luogo ove l’acqua circostante sarà veicolo dei suoni prodotti da strumenti antichi e sacri ma anche un richiamo per un ritorno alla nostra natura primordiale: l’acqua.

Se proviamo a ricordare, continua la Notturno,  che il corpo fisico di ogni essere umano è composto per il 70% di liquidi, comprenderemo come l’evento “Suoni da A-mare”  sia una opportunità affinché l’acqua di cui siamo composti torni all’acqua del mare,  attraverso la vibrazione del Suono, in quel rapporto atavico di connessione e vicinanza tra Natura e Uomo, oggi, purtroppo, dimenticato, disconosciuto ed addirittura maltrattato da comportamenti inquinanti e distruttivi.

L’evento è aperto a tutti gratuitamente, ma per motivi organizzativi è richiesta la prenotazione al 3490962592, fino ad esaurimento posti.

Si consiglia di portare un tappetino ed una coperta per fruire dei suoni comodamente sdraiati oppure se si preferisce restare seduti, una sedia pieghevole.