Un’evento unico per chi ama il baccalà dal 3 al 6 Ottobre, con 11 chef stellati campani, riuniti per la prima volta sul lungomare di Napoli per dare vita a BaccalàRe, manifestazione giunta alla terza edizione. Quattro giorni di alta cucina con l’obiettivo di avvicinare l’alta ristorazione alla città e “aprire” via Caracciolo ad una offerta gastronomica con il baccalà protagonista. Un evento cult, quello organizzato dall’imprenditore Vincenzo Varriale, che ha riunito i grandi nomi della ristorazione campana: Peppe Aversa del Buco di Sorrento, Francesco Franzese di Casa del Nonno 13 di Mercato San Severino, Paolo Gramaglia del President di Pompei, Domenico Iavarone di José restaurant della tenuta Villa Guerra di Torre del Greco, Giuseppe Misuriello di Locanda Severino a Caggiano (Sa), Gianluca D’Agostino di Veritas di Napoli, Fabio Pesticcio de Il Papavero di Eboli, Pasquale Palamaro del ristorante Indaco del Regina Isabella di Ischia, Angelo Carannante del Caracol di Bacoli, Paolo Barrale e Luigi Salomone. Un pastrychef del calibro di Antonino Maresca e due pizzerie particolari: quella di Isabella De Cham per la pizza fritta e Rosario Izzo di “Napoli1820”.

“Il primo obiettivo della rassegna è fare in modo che quanti più napoletani possibile provino il vero baccalà, per essere poi in grado di fare i paragoni con quello che portano a casa propria dopo aver fatto la spesa – spiega Vincenzo Varriale parlando delle ragioni di BaccalàRe – . Il Gadus Morhua che utilizzeremo proviene dall’Oceano Atlantico, zona FAO 27, prodotto nel Nord della Norvegia (Isole Lofote)”. Gli appassionati di food, potranno divertirsi a confrontare i piatti, a stilare la propria classifica, a cogliere i tratti di uno chef piuttosto che di un altro. Stand, cucine vista mare, elaborazioni inedite, mix impensabili, insomma tutto quello che riuscirà a “catturare” il palato dei visitatori sarà l’obiettivo degli organizzatori. Il baccalà, grande protagonista della manifestazione, rappresenta un alimento ricco di proteine ad elevato valore nutrizionale, con pochissime calorie, e per questo inserito a pieno titolo nella dieta mediterranea.

A proposito dell'autore

Crema e Amarena

Amo viaggiare sono appassionata di arte, musica, scrittura, libri e ovviamente di fornelli! Mi chiamo Barbara vivo in Oltrepo Pavese, terra dalla forte vocazione enogastronomica e dalla forma a grappolo d'uva, dove la buona cucina e il piacere del vino allietano i palati. Da bimba la mia stanza dei giochi era la cucina di nonna Franca, che mi ha trasmesso la passione per pentole e ricette. E’ da lì che tutto ebbe inizio. Così da sempre cucino per hobby e con passione e comunico per professione, sono giornalista freelance e amo scrivere e raccontare le ricette che realizzo. Dalla passione per i fornelli è nato Crema&Amarena, la mia cucina ‘’social’’ dove creo e condivido le emozioni di un buon piatto con il pubblico del web. Crema&Amarena lo trovi su Facebook e Instagram e sul canale Youtube dedicato. Se vorrai inviarmi la tua ricetta, la prima domenica di ogni mese ne pubblicherò una scelta tra quelle ricevute, realizzerò un video che vedrai pubblicato sul sito di Napoliflash24 con il nome della lettrice. L’indirizzo a cui mandarla è il seguente: crema.amarena75@gmail.com. Sei pronta? Let’s cook together!

Post correlati