La tecnologia ha portato enormi benefici nel monitoraggio e studio delle aree del pianeta incontaminate da preservare, con satelliti come quelli di Google, che scansionano e mappano i progressi o regressi delle aree naturali e dell’influenza dell’uomo su di esse, in questo caso parliamo della foresta amazzonica in Perù, dove si è scoperto e si cerca di combattere la piaga del disboscamento illegale da parte di taglialegna abusivi. L’area di circa 145.000 ettari, ovvero quasi 1.5 milioni di metri quadrati è attualmente sorvegliata da 5 rangers che sorvegliano eventuali attività illegali di estrazione di oro e disboscamento.

Per rimediare ed aiutare le autorità competenti nella sorveglianza per debellare il fenomeno si è  ricorsi ad una soluzione nata da un’idea di uno studente appena laureato della Wake Forest University, in Nord Carolina, Max Messinger.

Il drone speciale ha la forma di un aereo stealth bomber militare, ha un apertura alare di 91 cm e pesa appena 2,3 kg ed è in grado di auto pilotarsi grazie ad un GPS installato, fino a circa 16 km di altezza.
E’ equipaggiato di una fotocamera Canon che scatta istantaneamente delle fotografie che vengono poi trasmesse al centro di ricerca.

Abbiamo lavorato con i droni in Perù per circa un anno e da allora abbiamo identificato un certo numero di miniere illegali.” ha dichiarato Messinger. Per identificare questi siti illegali, monitoriamo la diffusione e garantiamo che essi non si incrocino in aree protette.

Inoltre, il laboratorio della Wake Forest sta usando i droni per monitorare lo stato di avanzamento delle attività di riforestazione e di misurare il contenuto di carbonio delle foreste per la conservazione del carbonio. Hanno anche schierato la tecnologia negli Stati Uniti, con i droni per misurare la quantità di ceneri di carbone che perdevano in un fiume in Nord Carolina dopo una fuoriuscita disastrosa della Duke Energy lo scorso anno.

A proposito dell'autore

Naples, Italy
Google+

Diplomato presso un liceo scientifico e laureando in scienze della comunicazione, mi occupo di scrivere articoli scientifici, condurre podcast radiofonici, organizzare gruppi di persone per il conseguimento di progetti, fare da relatore su tematiche come Open Source e tecnologie positive per la società umana, ho realizzato una stampante 3D ed ora mi occupo di elaborare per conto di altri campagne di crowdfunding e mi sto specializzando nel settore dell'E-Learning.

Post correlati