E’ importante che la città partenopea disponga di impianti sportivi regolamentati e all’occorrenza “tirati a lucido”. Lo sport ha una importanza determinante a livello sociale e individuale, motivo per cui viverlo all’interno di palcoscenici capaci di rendere giustizia alla nobiltà agonistica e non solo, ne arricchisce il valore.
Napoli si è dunque impegnata a restituire ordine e solidità ad alcune delle sue strutture:
il PalaVesuvio di Napoli, zona Ponticelli. E’ stato la cornice delle gare di Ginnastica dell’ultima edizione delle Universiadi (7-14 luglio). È stato ristrutturato, da quello che era un vero e proprio cumolo di macerie, “addirittura ci pioveva all’interno”. Gli addetti ai lavori ne hanno assicurato l’efficienza per il rinnovo di tutte le sue parti; dalle attrezzature per la singola disciplina (la Ginnastica): la trave, le pedane, le parallele, alle palestre, agli spogliatoi e ai bagni di nuovo confortevoli. Il restauro di questo palazzetto è stata ed è decisamente una sfida, per continuare a mantenere alti gli standard dopo le Universiadi.
Questa è soprattutto la volontà ed il desiderio dell’intero quartiere. Giovani atleti, appassionati, membri, il vice presidente della Federazione Ginnastica Italia Pitton, su tuttisi impegneranno perché questo avvenga. L’entusiasmo, il calore, il tifo della sua gente lo testimoniano: “Sono Terrona dentro anch’io, il calore di Napoli mi ha dato una spinta in più”, ha dichiarato la stessa campionessa Carlotta Ferlito, visibilmente emozionata dopo aver conquistato l’oro nel corpo libero alle Universiadi.
Sul lungomare partenopeo, invece, abbiamo vissuto la riapertura dell’Arena del Tennis, adiacente al Club tennis: tutti campi in terra rossa, contrasto suggestivo con l’azzurro del mare.
Anche Monteruscello ha goduto di rinnovata attenzione: al Pala Trincone si sono giocate le partite di tennis da tavolo, motivo di vanto per il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliola: ”Un’occasione importante per la nostra città e per l’impianto sportivo rinnovato. Orgogliosi di essere stati parte del circuito Regione Campania per un evento di caratura mondiale” ha commentato il primo cittadino della città Flegrea. 
Infine, quella che si può definire la ciliegina sulla torta è stata la riapertura della storica piscina della Mostra d’Oltremare presso la quale si sono svolte le gare di nuoto, e che dal 1 Agosto è nuovamente a disposizione dei napoletani.

Roberta Salvati