Dal 10 al 15 luglio ad Ischia si terrà la Street Art File Print #SeaToLove, un’esposizione di poster art dedicata alla sensibilizzazione sull’inquinamento marino e, più in generale, sulla salvaguardia del nostro ecosistema. I sei artisti coinvolti, Qwerty, Haterisk, Antonino Perrotta in arte Attorep, Annalisa Grassano, Samuele Vesuvio e Larva, esporranno un’opera ciascuno nei sei comuni ischitani di Casamicciola, Lacco Ameno, Serrara Fontana, Barano, Forio e Ischia Porto.

Street Art File Print è un progetto di “street art delivery” sorto durante l’emergenza sanitaria grazie a Salvatore Iacono, gallerista e attivista fondatore della anti-galleria underground Ischia Street Art. L’iniziativa documenta e denuncia la paralisi di arti, musica e spettacolo decretata dall’emergenza da Covid-19, facendosi immediata portavoce degli artisti coinvolti: ciascuno ha la possibilità di inviare il poster della propria opera d’arte, che viene stampato in alta risoluzione e affisso sui muri dell’isola. Il momento dell’affissione è documentato con video e foto, trasformandosi in un vero e proprio evento: è così che Salvatore Iacono, armato di colla e manifesti, si trasforma in uno “street artist su commissione” e l’atto espositivo diventa uno strumento efficace di comunicazione immediata e diretta. L’iniziativa è aperta a tutti gli artisti urbani, illustratori, designer, writers, street artist, in linea con i temi d’impatto sociale che sono il fermento vitale di Ischia Street Art ed ha come unica regola la libertà creativa assoluta, premiata e diffusa senza sistemi clientelari di sorta.

Salve the planet, di Annalisa Grassano

La #SeaToLove Edition Street Art File Print è sostenuta, inoltre, dall’Area Marina Protetta Regno di Nettuno, che da anni si batte per la tutela del mare isolano e prevede, oltre all’esposizione in strada, anche un percorso interno alla Ischia Street Art Gallery, in cui verrà allestita una mostra con i poster di tutti gli artisti che hanno aderito all’iniziativa, tra cui quelli di Teisa e raPoetry ft Er Buio.

L’energia di Street Art File Print è così diventata un punto di riferimento internazionale che risponde alle necessità di basso costo e brevità di realizzazione, uno strumento di comunicazione che ricostruisce la prossimità tra opera d’arte e pubblico, diventando un potente canale di sfogo “iconoclasta, dissacrante e provocatorio“, così come lo definisce Iacono, nonché un punto di riferimento per l’arte contemporanea dopo la paralisi del lockdown.

In copertina Poseidon di Attorep (Antonino Perrotta).