Il paese dove si svolge questa storia è l’Etiopia in una remota provincia nel sud-ovest.  Nel giugno del 2005 fu riportato un incidente che coinvolse 3 leoni e una bambina, ma non è quello che tutti pensano: i tre leoni non divorarono la bambina, ma la salvarono. In Etiopia una ragazzina di 12 anni fu rapita da alcuni uomini che volevano costringerla a sposarsi. A cacciare i suoi rapitori e a proteggerla finché non arrivò polizia, ci pensarono i tre leoni.
Gli uomini avevano tenuto la ragazza segregata per una settimana nel remoto sud-ovest del paese, picchiandola ripetutamente, prima che i leoni li cacciassero via.

“Sono rimasti di guardia per mezza giornata finché la polizia e la famiglia l’hanno trovata e poi l’hanno finalmente lasciata e sono tornati sulla loro strada.” Ha detto il sergente Wondimu Wendaju nella provincia di Kefa. “Se i leoni non fossero venuti, allora sarebbe potuto andare molto peggio: spesso queste ragazze vengono stuprate e picchiate duramente per costringerle ad accettare il matrimonio”, ha detto.

Stuart Williams, un esperto di fauna selvatica con il ministero dello sviluppo rurale, ha affermato che è probabile che la ragazza sia stata salvata perché piangeva. “Una ragazzina che piagnucola potrebbe essere scambiata per il suono miagolante di un cucciolo di leone, che a sua volta potrebbe spiegare perché i leoni non l’hanno mangiata”, ha detto l’esperto.

La ragazza era “scioccata e terrorizzata” e doveva essere curata per i le ferite delle percosse subite, ha detto il Sergente Wondimu.
La polizia ha catturato quattro uomini, in relazione all’incidente ma ne stavano ancora cercando altri tre.

simona caruso