La Casertana, assieme al proprio legale rappresentante Pietro Valori, è stata deferitapresso la sezione disciplinaredel tribunale federale della Figc. “Il club campano – informa una nota – e’ stato deferito a titolo di responsabilita’ diretta, per il comportamento posto in essere da Pietro Valori, procuratore speciale e legale rappresentante pro-tempore della societa’, e a titolo di responsabilita’ propria, per non aver corrisposto, entro il 16 marzo 2020, gli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilita’ di gennaio e febbraio 2020, e comunque per non aver documentato alla Covisoc, entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento degli emolumenti sopra indicati”.

In particolare Pietro Valori è stato deferito per aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver versato, entro il 16 marzo 2020, gli emolumenti dovuti ai propri tesserati, lavoratori dipendenti e collaboratori addetti al settore sportivo per le mensilità di gennaio e febbraio 2020, e comunque per non aver documentato alla CO.VI.SO.C., entro lo stesso termine, l’avvenuto pagamento. Il deferimento è scattato dopo che il procuratore federale ha ricevuto la segnalazione della CO.VI.SO.C.