I colpi d’arma da fuoco sono stati esplosi da una pistola calibro 9, nella tarda serata di ieri in via Villa Bisignano, nella zona orientale di Napoli, nel quartiere Barra. La segnalazione è giunta al centralino della questura poco dopo le 23. Sul posto sono intervenute le volanti e gli uomini della Scientifica, che hanno ritrovato a terra 14 bossoli. Al momento non è stata ancora chiarita la dinamica dell’accaduto. Alcuni colpi hanno raggiunto anche un’abitazione al primo piano di un edificio, fortunatamente non ci sono stati feriti.

Il quartiere Barra, dove è avvenuta la sparatoria, è sotto l’influenza del clan Aprea e tre notti fa c’era già stata un’altra stesa. Questa volta però la sparatoria l’obiettivo è un negozio di elettronica. Gli Aprea negli ultimi mesi erano rimasti lontani dalle guerre di camorra che si sono sviluppate nell’area Est in maniera particolare a San Giovanni a Teduccio e a Ponticelli con la discesa in campo dei Mazzarella-D’Amico da una parte e i Rinaldi-Reale dall’altra alleati con i Formicola-Silenzio. Ora il coinvolgimento di Barra nella faida apre nuovi scenari criminali e investigativi al vaglio degli investigatori.