Stéphane Lissner, già direttore dell’Opéra national de Paris, si è insediato ufficialmente mercoledì 1 aprile 2020, come Sovrintendente del Teatro di San Carlo. 

La sovrintendenza del Lirico più antico d’Europa  rappresenta per me un onore e al tempo stesso una sfida. Il mio incarico, partito ufficialmente mercoledì 1 aprile, coincide con un momento difficile della vita di tutti noi, ma ciò non mi impedisce di voler esprimere la più sentita vicinanza e inviare i miei saluti più cordiali a Napoli e ai napoletani. Assieme a tutto lo staff del San Carlo, stiamo già lavorando con impegno per mettere il Teatro in condizioni di ripartire con energia e determinazione appena sarà possibile. Sarà una riapertura speciale, dedicata a medici e infermieri, saranno loro i primi a dover entrare gratuitamente al San Carlo assieme alle loro famiglie. A loro va tutta la nostra gratitudine. Desidero anche ringraziare tutti i lavoratori del San Carlo per la collaborazione con cui partecipano alla gestione di questo momento e il pubblico per la pazienza e l’amore che dimostrano per il nostro Teatro. Ancora una volta rivolgo un grato pensiero a Rosanna Purchia che così validamente mi ha preceduto. Colgo l’occasione per presentare la squadra che mi affiancherà, definita anche nell’ottica di una valorizzazione delle risorse interne: la direzione generale è affidata a EmmanuelaSpedaliere con delega sull’area marketing e educational, Maria Pia Gaeta assume la direzione delle risorse umane, restano invariati gli incarichi del direttore amministrativo Francesco Apicella e del direttore Immobili e Sicurezza Ciro Tammaro.  A coordinare l’area artistica, di cui assumo la direzione, sarà IliasTzempetodinis mentre Franco Andolfi diventa direttore dell’organizzazione della produzione.  Nasce poi un innovativo Dipartimento di Ricerca, Editoria e Comunicazione, che comprende anche le risorse multimediali e la valorizzazione dell’archivio e del museo Memus,  con alla direzione DinkoFabris” afferma Lissner 

Il Sovrintendente Lissner conferma che sono annullati per forza maggiore tutti gli spettacoli programmati fino alla fine del mese di aprile, ma invita fin da ora tutti i cittadini e gli appassionati sostenitori del San Carlo a restare idealmente in contatto anche attraverso le pagine web e social, in attesa di poter riaprire le porte dello storico Teatro napoletano con una programmazione che si preannuncia già ricca ed entusiasmante.