Terminato un festival del teatro ne comincia un’altro. Infatti, dopo il Napoli Teatro Festival Italia 2019 conclusosi il 14 luglio, alza il sipario martedì 16 luglio al Cimitero delle Fontanelle ore 20.30, Stati di Grazia e di Emergenza, Festival delle Periferie, inserito nell’ambito della manifestazione Estate a Napoli 2019, promossa dall’Assessorato alla cultura e turismo del Comune di Napoli.

La periferia la fa da padrona naturalmente anche in questa seconda edizione, che vede cinque storici collettivi teatrali di Napoli — TAN Teatro Area Nord, ntS’- Nuovo Teatro Sanità, Beggar’s Theatre, Nest – Napoli Est Teatro e Sala Ichòs — che si mettono in azione dando vita ad una festa itinerante dell’arte che come un ponte ideale attraverserà l’intera città, da San Giovanni a Teduccio all’Area Nord passando per la Sanità. Si parte proprio dal Rione Sanità con Le spose di Elvira Buonocore, Margherita Ortolani, Marta Polidoro, Auretta Sterrantino, interpretato da Arianna Cozzi, Anna De Stefano, Sara Esposito, Enrico Pacini, Beatrice Vento, per la regia di Riccardo Ciccarelli e Gennaro Maresca, prodotto dal Nuovo Teatro Sanità. Il lavoro è stato realizzato grazie a quattro autrici under 40, che insieme a Mario Gelardi, hanno scritto quattro testi di nuova drammaturgia con protagoniste altrettante spose di Shakespeare: Lady Macbeth, Ofelia, Desdemona, Lavinia. Quattro donne di un tempo passato, ma anche quattro donne dei giorni nostri, che parlano la nostra lingua, magari il nostro dialetto e che raccontano la propria storia: il proprio matrimonio

«Il Festival delle Periferie prosegue al quartiere Sanità ancora con tre appuntamenti fino al 19 luglio. Mercoledì 17 luglio ore 20.30, ancora al Cimitero delle Fontanelle, va in scena Le streghe di Roberta Sandias, con Maurizio Azzurro, Paola Maddalena, Nuvoletta Lucarelli, Simona Fasano, Giorgia Maria d’Isa, Antonio Elia, Valentina Elia, Sebastiano Coticelli, Camilla Leone, Manuel Di Martino e gli allievi attori del Laboratorio Teatrale Permanente de La Mansarda Teatro dell’Orco e con Marco Esposito alla chitarra, per la regia di Maurizio Azzurro. Mentre giovedì 18 luglio ore 20.30, appuntamento al Nuovo Teatro Sanità, con I Kiwi di Napoli, interpretato da Vincenzo Antonucci, Luigi Bignone, Anna De Stefano, Carlo Geltrude, Gaetano Migliaccio, Federica Totaro, Beatrice Vento, Mario Ascione, diretti da Carlo Geltrude. Ultimo appuntamento al Teatro Sanità, venerdì 19 luglio ore 20.30, con Pino Daniele è calvo di Alfredo Mazzara, con Ivan Castiglione e le musiche eseguite dal vivo da Alessandro Castiglione, per la regia di Giuseppe Miale di Mauro, prodotto da Le Scimmie.

Gli eventi sono gratuiti fino ad esaurimento posti. È previsto un servizio navetta gratuito con partenze dalle 19.30 alle 20.15 da piazzetta San Vincenzo (nell’area antistante il Nuovo Teatro Sanità).