Stadio San Paolo: La proroga di 60 giorni non basta! Ecco cosa rischiano gli azzurri…

La proroga di appena 60 giorni(fino al 31 agosto) della convenzione tra il comune e la SSC Napoli per l’utilizzo dello stadio di Fuorigrotta non basta a rassicurare la società del presidente De Laurentiis e i suoi tifosi. C’è infatti, ancora il grosso rischio che il preliminare di Champions(27/28 agosto) si possa giocare fuori regione. Per scongiurare questo pericolo sono al lavoro il sindaco e il presidente del Napoli per rinnovare la convenzione di un altro anno, per poi iniziare finalmente a progettare il restyling definitivo del vecchio stadio. Al momento la società si è vista costretta ad indicare lo stadio Barbera di Palermo(appena promosso in serie A), come sede alternativa per le prossime gare casalinghe di Champions. Una città come Napoli e un club di prestigio come quello azzurro, tornato ai vertici del calcio europeo, merita uno stadio vero, un impianto dove(in giorni di grande polemica attorno alla questione sicurezza) si possano seguire le partite in modo sicuro e funzionale. I tifosi sono stufi di sentir parlare ogni anno di questa questione, vogliono certezze sul futuro della loro grande passione!

A proposito dell'autore

Fabio Ferraro

Giornalista pubblicista dal 2014, grande amante di calcio, sport in generale, musica e storia contemporanea, collabora con Napoliflash24 dalla sua fondazione(2013). Curatore dal 2013 delle Rubriche "Largo ai giovani" e "Mondo Ultras" su ilnapolionline.com. In passato ha collaborato con il magazine "Thetripmag.com", il blog "letteraturateatrale.it", il portale "Forumitalia" e inoltre ha ricoperto nel corso del biennio 2013/2014, il ruolo di addetto stampa dell'ASD Partenope Soccer.

Post correlati