Grande festa del teatro e della poesia per ricordare Annibale Ruccello nella sua città natale

Si terrà giovedì 29 novembre nella Città delle Acque la cerimonia di consegna dei Premi “Annibale Ruccello” per il Teatro e la Poesia. L’evento, ospitato nella Sala Conferenze della Banca Stabiese, segna il momento culminante dello Stabia Teatro Festival, la kermesse teatrale e letteraria ideata e diretta da Luca Nasuto in collaborazione con l’Associazione «Achille Basile – Le Ali della Lettura» presieduta da Maria Carmen Matarazzo e giunta alla sesta edizione. 

Il premio per la Drammaturgia è stato assegnato a un autore di grande fama europea, prolifico quanto raffinato, quale Manlio Santanelli, che dalla fine degli anni ‘70 ha regalato alla storia del teatro indimenticabili testi come Uscita di emergenzaRegina MadreBellavita CarolinaIl baciamano e continua ad affascinare il pubblico con la forza di una scrittura scenica nutrita di una vasta cultura letteraria, sapientemente legata al paradosso e all’assurdo, capace di illuminare con spietata ironia le fragilità umane nascoste sotto l’apparenza della normalità.

Vincitore del Premio alla Carriera è lo scenografo Bruno Garofalo, che a partire dal lungo sodalizio con Eduardo – per il quale ha firmato scenografie memorabili come quelle di Napoli milionariaLe voci di dentroIl sindaco del Rione SanitàIl monumento – è stato protagonista di una parabola artistica che lo colloca tra i massimi esponenti della scenografia italiana, forte delle collaborazioni con prestigiose realtà teatrali tra cui il Rossini Opera Festival di Pesaro, il Teatro alla Scala di Milano, la Biennale di Venezia, il Festival di Taormina, il Piccolo Teatro di Milano, il Teatro di San Carlo di Napoli, il Festival dei Due Mondi di Spoleto.

I vincitori delle due categorie sono stati individuati in base a una votazione della giuria presieduta da Pasquale Sabbatino, italianista dell’Università Federico II e Direttore del Master in Drammaturgia e Cinematografia dello stesso ateneo, e coordinata da Monica Citarella. Ad affiancare Sabbatino, il prezioso lavoro del Presidente OnorarioGiulio Baffi, critico teatrale de La Repubblica, insieme a Carlo de Nonno, musicista di Ruccello, nonché rappresentante della famiglia e custode del suo patrimonio teatrale; Matteo Palumbo, italianista dell’Università Federico IIStefano de Stefano, critico teatrale de Il Corriere del MezzogiornoGiuseppina Scognamiglio, docente di Letteratura Teatrale Italiana dell’ateneo federiciano; Armida Parisi, caporedattore culturale del RomaFrancesco de Cristofaro, docente di Letteratura comparata dell’Università Federico II.

Il Coordinamento dello Stabia Teatro Festival ha assegnato uno speciale riconoscimento per la Drammaturgia Emergente al giovane Carmine Borrino, attore e autore, premiato per il testo inedito Il bene immobilepièce a tinte fosche ma sempre nell’esprit della commedia all’italiana, incentrata sul problema della speculazione immobiliare.

Il Premio «Annibale Ruccello» per la Poesia è stato invece assegnato al poeta spagnolo Juan Vicente Piqueras, designato da una giuria presieduta da Sergio Iagulli, responsabile della Casa internazionale della Poesia di Baronissi, dal poeta e critico Giancarlo Cavallo, dalla traduttrice Raffaella Marzano e dagli stessi Maria Carmen Matarazzo e Luca Nasuto.

Intellettuale eclettico vissuto tra Francia, Italia, Grecia e Algeria, Piqueras è direttore dell’Istituto Cervantes di Algeri e ha al suo attivo diverse raccolte tra cui Tentativas de un héroe derrotadoCastillos de AquitaniaLa palabra cuandoLa edad del aguaAdverbios de lugarAtenasPadre y Animales. Abile traduttore, ha curato tra l’altro l’edizione spagnola di poeti come Tonino Guerra (Poesìa Completa) e Cesare Zavattini (Refugiarme en una palabra).

Il gran finale dello Stabia Teatro Festival sarà affidato venerdì 30 novembre alle ore 21 al concerto di Eugenio Bennato e Pietra Montecorvino al Teatro Supercinema.