Aleksandr Korshunov, 57 anni, secondo il quotidiano russo Vedomosti si sarebbe appropriato illegalmente di documenti della General Electric e di informazioni protette da proprietà intellettuale in modo da utilizzarli per il programma russo Pd-14 per lo sviluppo di un motore per i nuovi aerei civili Ms-21. L’arresto secondo il ministero degli Esteri russo, citato dall’agenzia Interfax, Korshunov è stato fermato il 30 agosto all’aeroporto di Napoli. Il dirigente è stato per questo bloccato dalla Polaria appena sbarcato da un volo proveniente da Mosca.
Fonti di polizia hanno fanno sapere che l’arresto è stato eseguito nel rispetto delle normative Interpol con una richiesta internazionale classificata come “red notice”. Il nominativo del manager russo era inserito negli schedari Interpol e per questo è stata data mera esecuzione al provvedimento. La questione che riguarda l’eventuale rogatoria internazionale ora passa a livello dell’autorità giudiziaria. L’uomo è stato bloccato dalla Polaria appena sbarcato da un volo proveniente da Mosca. La Procura della Repubblica di Napoli, contattata dall’Ansa, riferisce di non essere al corrente della vicenda. Dopo le formalità di rito negli uffici a Capodichino il manager, è stato condotto nel carcere napoletano di Poggioreale.

A proposito dell'autore

Barbara Caputo

Post correlati