I concerti dello Spazio Ztl hanno sempre un sapore ed una intensità particolare, forse per il contatto diretto con il pubblico, forse per il fascino e la magia del luogo, una chiesetta, l’antica “Cappella Mauro“, a ridosso di
via Foria, che è diventato il tempio della musica di Marco Zurzolo e dei
suoi amici, che ogni settimana si esibiscono in questo luogo molto accogliente.
Un ospite quasi fisso è il chitarrista e compositore napoletano Antonio Onorato che, come afferma nella breve clip, torna sempre con piacere in questo spazio, dove può avere un contatto quasi intimo con il pubblico.
“Ne senti il respiro, i battiti del cuore, entri in empatia cogliendone le emozioni che riesci a generare con la tua musica”.
Il concerto, “Guitar Solo”, è un vero e proprio viaggio che, utilizzando diverse chitarre, come la breath guitar (chitarra a fiato), la chitarra sitar, la “guitar angel”, parte da Napoli per andare in giro per il mondo, attraverso la musica, contaminando la cultura napoletana e italiana con quella dei nativi americani, un mondo che sente suo, come ci racconta nella video intervista.
Raffaele Cofano