Che il Napoli proprio non andasse d’accordo con i sorteggi è cosa ormai risaputa, appurata, è vero anche che in Champions è davvero complicato parlare di eventuale accoppiamento “morbido”, soprattutto quando si arriva ai quarti di finale. Gli azzurri comunque prima di occuparsi dell’incontro valido per i quarti devono sbrigare una pratica alquanto complicata, uscire indenni dal Camp Nou, ed è qui che nascono i primi problemi…

I sorteggi di ieri hanno anche ufficializzato le date del ritorno degli ottavi che non si sono ancora disputati; il Napoli giocherà in Catalogna l’8 agosto e cercherà l’impresa dopo il pareggio del San Paolo (1-1). La squadra di Gattuso tenterà di sfruttare il momento di forma, non solo fisico, quello non al top degli avversari ed il fatto che si giocherà a porte chiuse. Nulla è impossibile.

Dovesse verificarsi l’esito favorevole per gli azzurri nell’eventuale Final-eigth di Lisbona il primo scoglio sarebbe rappresentato da un’altra corazzata, una delle squadre favorite alla vittoria finale, il Bayern Monaco. Diamo per certa la formazione bavarese (che come il Napoli deve giocare il ritorno degli ottavi) in quanto all’andata si è imposta agevolmente in trasferta per 3-0 sul campo nientemeno che del Chelsea! E, poiché, questa edizione, assolutamente con formula inedita e stravolta del tutto, prevede già in anticipo gli accoppiamenti, si potrebbe ipotizzare uno scenario di semifinale tutta italiana tra Napoli e Juventus! Azzurri e bianconeri quindi nella stessa parte del tabellone, quella più complicata. E di conseguenza ennesimo evento che certifica il momento d’oro dell’Atalanta, l’altra italiana addirittura già qualificata per i quarti, dove affronterà il PSG; sicuramente un avversario molto ostico ma che deve far fronte allo stop del campionato francese (assegnato a tavolino e non proseguito per le note vicende Covid) e alle decisioni di Cavani e Meunier di non rinnovare oltre la scadenza di fine giugno. Mettici che gli orobici sono in una forma smagliante e che qualora passassero affronterebbero in semifinale una tra Lipsia e Atletico Madrid, un lotto di formazioni che non hanno mai alzato al cielo la Coppa dalle grandi orecchie…

A proposito dell'autore

Marco Silva

Post correlati