Phonix (Enzo Foniciello)

Dopo l’esordio con “Rock And Roll”, Phonix torna col secondo tassello del suo progetto pop. Amore, protezione, cura. L’arte e la musica come veicoli per esprimere l’esigenza di prendersi cura l’uno dell’altro in una famiglia senza didascalie. E’ questo il concept che ha ispirato l’artista nel suo secondo singolo “Soon”, un brano che racconta il desiderio di accompagnare un figlio nell’avventura di gioco ed esercizio della vita, in un’idea di famiglia che aspira alla libertà. Soon mostra un altro aspetto dell’interprete: una ballata luminosa e romantica dal sound arioso, una grande forza emotiva dalla musicalità incisiva, capace di accompagnare l’ascoltatore in una coinvolgente esperienza di elettricità e melodia. Phonix racconta: «Soon è una canzone ispirata dalla nascita di mia figlia. Durante il mio viaggio a Londra per realizzarne il videoclip, ho scoperto che la madre del bambino che ne è interprete protagonista, era preoccupata del fatto io fossi italiano. Temeva non avrei accettato che il padre del piccolo fosse di colore. Non mi ero interrogato affatto su tale aspetto e, questa notizia, ha innestato una riflessione che non avevo contemplato nel brano. Credevo fosse naturale pensare alla famiglia come spazio e luogo in cui ognuno si prende cura delle esigenze dell’altro, senza interrogarsi su altro». Phonix è anche produttore, ha infatti, fondato a Napoli, lo “Snap Music Studio”, dove ha collaborato con gli artisti più significativi della new wave napoletana. Per il suo secondo brano, Phonix rilancia il felice connubio con Iossa, coautore del testo, con cui l’artista ha condiviso attesa e nascita dei rispettivi figli, con un risultato luminoso, incalzante ed intenso. Questo è il link del video di Soon, diretto da Antonio Funaro e girato a Londra.