L’orso ‘nnammurato è un libro di poesie, ed è anche un CD.

La pubblicazione, che verrà presentata in anteprima il 21 dicembre alle ore 22 presso lo studio “Auditorium Novecento” (ex Phonotype Records) di Napoli, nasce dalla collaborazione tra Sollo e Gnut. 

Alessio Sollo, napoletano nato nel quartiere Bagnoli ai tempi dell’Italsider, di 29 febbraio. Musicista e cantante di estrazione punk da sempre, scopre da qualche anno la vocazione alla poesia, sia in vernacolo sia in italiano.

Claudio Domestico, in arte Gnut, nato a Napoli nel 1981, è un cantautore, chitarrista, produttore e compositore di colonne sonore. Le sue influenze sono ampie: dal folk inglese di Nick Drake e John Martin al blues, alla musica napoletana e alle melodie africane del Mali.

Il libro-CD, pubblicato da ad est dell’equatore, è composto da 66 poesie, 14 delle quali divenute canzoni, musicate, cantate e suonate da Gnut insieme ai musicisti della sua band (Marco Caligiuri, Valerio Mola, Luca Caligiuri, Gianluca Capurro, Michele Signore, “Mr. Coffee” Daniele Rossi e Carlo Di Gennaro) e ospiti speciali quali Ciro Riccardi, Brunella Selo, Dolores Melodia, Andrea Tartaglia, Monia Massa, Luca Rossi e Alexander Cerdà.

Nel libro, si affacciano qua e là, tra le poesie, anche le partiture musicali delle canzoni del disco, i credit con i nomi dei musicisti e alcuni scritti di Alessio Sollo, oltre ad un nutrito glossario perché, come diceva Pino Daniele, “Si capisce è buono, sinnò te futte”. Ma senza esagerare.

Nel corso della serata-concerto del 21 dicembre, Sollo e Gnut presenteranno dal vivo il lavoro; sul palco insieme a loro, la band al completo. In quest’occasione saranno effettuate le riprese del primo singolo, Tutta ‘a vita annanz’, in uscita poi a gennaio 2019, in concomitanza col la distribuzione nazionale de l’orso ‘nnammurato.