Si intitola La solitudine del minore e l’emergenza educativa, profili giuridici e psico-sociali’, il convegno che si svolgerà domani a Caserta nella sede di ADGI, Associazione Donne Giuriste Italiane sezione di Caserta. L’incontro avverrà online, sulla piattaforma della Fondazione «Elio Sticco», domani dalle 15.30 alle 18.30 e sarà possibile seguirlo attraverso le pagine social dell’ADGI Caserta. «Il lockdown è stato un periodo difficile per tutti, in modo particolare per le fasce più deboli e, tra queste, troviamo i bambini ed i ragazzi – spiega Anna Di Mauro, avvocato e presidente di ADGI Caserta – che hanno subito un forte isolamento sociale».

Il convegno – frutto di una lunga preparazione e realizzato grazie al supporto di UNICEF Italia, dell’ANSPI Nazionale (associazione che raccoglie il più grande numero di oratori in Italia), della Lega Italiana dei Diritti dell’Uomo (LIDU) e del Rotary Club Caserta «Luigi Vanvitelli» – indagherà, tra aspetti giuridici e psicologici, come la solitudine ha potuto condizionare i minori in questo particolare stato di emergenza e quali sono gli aspetti di maggiore interesse da approfondirsi per affrontare la problematica

«Per aiutare i giovani è necessario convogliare energie e competenze – prosegue l’avv. Di Maurosia per recuperare, sotto il profilo educativo, la grande importanza del sistema scolastico ma anche incentivando i giovani ad amare la propria Patria, a scongiurare la loro fuga creando vere opportunità e facendoli sentire curati. L’Italia è tra le prime nazioni europee per abbandono scolastico negli anni dell’obbligo e non è un caso che, recentemente, il Ministero dell’Istruzione abbia messo a disposizione circa 2milioni di euro per in contrasto alla povertà educativa».

Vasto, per competenze e presenze, il parterre dei relatori al convegno. Il primo ad intervenire sarà Eugenio Ficorilli, presidente nazionale LIDU, seguito da Carolina Ferro, avvocato e presidente nazionale Associazione delle Camere Minorili (CAMMINO), e Marianna Pignata, docente di storia del diritto penale all’Università Vanvitelli. Seguiranno Leonardo Abazia, giudice onorario del Tribunale per i Minorenni di Napoli, Mariangela Condello, pubblico ministero del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Giovanni Saladino, neurologo e psicoterapeuta dell’ASL Caserta 1, e Giuseppe Scialla, componente dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza. Per la componente deontologica relazionerà Luciana Basilica, avvocato e consigliere del Foro di Santa Maria Capua Vetere.

Esperienze sul tema del convegno saranno testimoniate da don Alessandro Bottiglieri, segretario generale ANSPI Nazionale, Emilia Narciso, avvocato e delegata UNICEF Campania per l’emergenza covid-19, Vincenzo Abate, presidente dell’associazione La Forza del Silenzio Onlus, ed Alessio Perniola, presidente associazione Multiversi.

Previsti i saluti di Adele Vairo, assessore alle politiche giovanili e la pubblica istruzione del Comune di Caserta, Adolfo Russo, avvocato e presidente dell’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere, Francesco Buco, avvocato e presidente Fondazione Elio Sticco, Olipia Rubino, avvocato e presidente del Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere, Irma Conti, avvocato e presidente ADGI Nazionale, Italia Senese, avvocato e presidente CAMMINO Santa Maria Capua Vetere, Fabrizio Arnone, delegato LIDU Caserta, ed Enrico Petrella, presidente Rotary Club Caserta Luigi Vanvitelli.

L’Associazione Donne Giuriste Italiane (ADGI), promotrice del convegno, è una associazione di giuriste che tutelano i diritti delle donne aderente alla Fédération Internationale des Femmes des Carrières Juridiques (FIFCJ). Ha l’obiettivo di contribuire all’eliminazione di tutte le forme di discriminazione nei confronti delle donne, per l’affermazione della parità di genere attraverso la diffusione dei principi di eguaglianza sanciti dalla Costituzione e dalla Carta delle Nazioni Unite.