Quarto pareggio consecutivo, i soliti errori di un Napoli che non sa più vincere. Un approccio alla gara completamente sbagliato, in un San Paolo che in questa stagione rappresenta l’inferno calcistico per l’undici di Benitez. Verdi nel primo tempo e Rugani nella ripresa, spaventano un timido Napoli assente a centrocampo e come sempre impreciso in difesa (bocciata la coppia Albiol-Henrique). Bisogna tornare a parlare di cazzimma e grinta che al momento sembrano essere sparite dal vocabolario dell’undici azzurro: Troppi i momenti di smarrimento, troppi i contropiedi subiti e gli sbagli in fase di impostazione. Ottima la gara dell’Empoli di Sarri, squadra in controtendenza nel panorama nazionale: Un mix di giovani, esperienza e grande abilità tattica da parte del timoniere dei toscani ex Sorrento.
Il pareggio arriva grazie a Duvan che sfrutta uno dei pochi palloni giocabili avuti durante il match e De Guzman(che poco dopo prova a regalare il 3 a 2). L’olandese dimostra come sempre grande cattiveria e voglia di vincere, probabilmente oggi sarebbe stato meglio puntare dall’inizio su uomini come lui e Gargano in mezzo al campo.
Hamsik? Il ragazzo ha bisogno di recuperare fiducia nei propri mezzi. Che non sia dotato di un gran carattere non è un mistero, quella fascia da capitano bisogna meritarsela e bisogna prendere la squadra sulle spalle nei tanti momenti di difficoltà presenti nell’arco della stagione. I fischi al momento del cambio fanno male, con lui ci vorrà l’esperienza e la “terapia” del miglior Benitez, per restituire alla squadra un giocatore fondamentale.
Persa l’occasione per avvicinare la Roma(fermata ieri in casa dal Sassuolo), persa l’occasione di conservare il terzo posto in classifica, ora gli azzurri dovranno cercare di chiudere al meglio quest’anno solare, incominciando a ritrovare i tre punti nel match di giovedi contro lo Slovan. Poi nel mercato di gennaio, bisognerà cercare(oltre al certo arrivo di Gabbiadini) un centrale(su tutti Vlaar dell’Aston Villa) e un terzino per rinforzare la traballante difesa partenopea.
Tra le note positive di questo lunch match contro l’Empoli, l’ottima gara del napoletano Sepe(sperando che presto possa tornare all’ombra del Vesuvio) e la sportività degli ultras toscani che hanno esposto uno striscione in memoria del supporters azzurro Ciro Esposito.
NAPOLI-EMPOLI 2-2
NAPOLI

Rafael, Maggio, Albiol, Henrique, Ghoulam, David Lopez, Jorginho, Callejon, Hamsik, Mertens, Duvan. All.Benitez
EMPOLI
Sepe, Hysaj, Tonelli, Rugani, Mario Rui, Croce, Valdifiori, Vecino, Verdi, Maccarone, Tavano. All.Sarri
GOL: Verdi 19’pt., Rugani 52’st.(E), Duvan 68’st., De Guzman 73’st(N)

A proposito dell'autore

Giornalista pubblicista dal 2014, grande amante di calcio, sport in generale, musica e storia contemporanea, collabora con Napoliflash24 dalla sua fondazione(2013). Curatore dal 2013 delle Rubriche "Largo ai giovani" e "Mondo Ultras" su ilnapolionline.com. In passato ha collaborato con il magazine "Thetripmag.com", il blog "letteraturateatrale.it", il portale "Forumitalia" e inoltre ha ricoperto nel corso del biennio 2013/2014, il ruolo di addetto stampa dell'ASD Partenope Soccer.

Post correlati