Ha soggiornato per ben 10 giorni in un noto hotel a 5 stelle dell’isola azzurra e frequentato locali e ristoranti di lusso, ma senza pagare il conto. Il protagonista di questa vicenda, che si è presentato dicendosi un diplomatico, ha poi noleggiato un’imbarcazione con tanto di skipper, per meglio godendosi il mare delle costiere amalfitane e sorrentine. Il tutto per la modica cifra, si far per dire, di 15mila euro spesi con carte di credito e bonifici, risultati falsi.

Ma la vacanza di lusso del 31enne croato, già noto alle forze dell’ordine, sono state interrotte dai carabinieri che lo hanno arrestato per truffa e false attestazioni sulla propria identità. Diverse le segnalazioni di pagamenti non andati a buon fine, hanno indotto i titolari dei locali ad allertare i carabinieri di Capri che si sono subito messi sulle tracce del finto diplomatico All’arrivo dei militari l’uomo ha cercato di andare avanti con la messinscena, quasi infastidito dalla loro presenza.

Il 31enne al momento del check-in in hotel ha esibito un documento d’identità falso e quando è arrivato il momento di saldare il conto ha informato la direzione di aver disposto un bonifico, mostrandone la ricevuta di presa in carico: totale 10mila euro. Con lo stesso trucco ha noleggiato alcune barche – complete di equipaggio – e visitato i luoghi più affascinanti dell’isola e delle vicine costiere. Anche qui il conto è stato salato: 4.500 euro, ancora una volta pagati con finti bonifici comprovati con contabili fasulle.