Turno infrasettimanale quello valido per la dodicesima giornata del campionato di Serie A; a San Siro si gioca il big-match tra le maggiori candidate a detronizzare la Juventus, e cioè Inter e Napoli. Attualmente i nerazzurri sono secondi a 3 lunghezze dal Milan capolista, il Napoli invece segue ad un punto (anche se gli azzurri hanno un punto di penalizzazione e la partita persa a tavolino contro la Vecchia Signora).

Conte non potrà disporre dei cileni Sanchez (in attacco la più che collaudata coppia Lautaro Martinez-Lukaku) e Vidal (i centrali di centrocampo saranno Brozovic, Gagliardini e Barella), mentre potrebbe farcela Hakimi.

Scelte fatte anche per Gattuso: in porta in questo momento Ospina offre maggiori garanzie, dietro la linea a 4 non presenterà sorprese con Di Lorenzo, chiamato ad un altro sacrificio, e Mario Rui sulle fasce con Koulibaly e Manolas coppia centrale sempre più vicina all’intesa perfetta. Se davanti non ci sono dubbi sulla presenza di Mertens come attaccante di riferimento e Insigne, Zielinski e Lozano in appoggio, è a centrocampo che si giocano il posto, al fianco di Bakayoko, Demme e Fabian Ruiz con il primo leggermente favorito.

Gara importante, è troppo presto per le sentenze, ma è inutile nascondere il significato psicologico del match: chi vince godrà di un’ enorme iniezione di fiducia. Arbitra Massa della sezione di Imperia, quarto uomo Fourneau.