È stata presentata lo scorso 17 ottobre la nuova stagione del Teatro Sancarluccio alla presenza del direttore artistico Giuliana Tabacchini. Anche quest’anno ricca di spettacoli che mettono assieme il meglio della tradizione artistica napoletana, la musica d’autore e lavori innovativi come l’omaggio a Gianni Rodari, che è anche la prima produzione interna al Sancarluccio con “In Scena”.

Il cartellone apre con l’anteprima dello storico cantante e musicista Mario Maglione che si esibirà l’8 novembre con lo show “O silenzio d’o core: Napoli e le sue canzoni” commenti in versi e regìa di Salvatore Barba, pianoforte e chitarra Lorenzo dei Panamagroup. Al via il 16 novembre il primo dei 19 spettacoli in programma con “Mamma Napoli mood” di Emiliano De Martino; dal 22 novembre “Kickboxing” con Daniela Cenciotti e Noemi Esposito; dal 29 novembre “Der Boxer” con Michele Vargiu; dal 6 dicembre Antonio Piccolo in “Così parlò Monnalisa”; dal 13 dicembre Roberto Azzurro presenta “La Venere dei terremoti”; il 20 e 21 dicembre “Due autori in cerca di Troisi” con Eduardo Cocciardo e Giuseppe Gifuni; dal 27 dicembre Andrea Perrozzi in “Cantastelle”; il 3 e 4  gennaio 2020 le Ebbanesis in “SerenVivity”; dal 17 gennaio “Una madre a tutti gli…Aeffetti” con Cinzia Mirabella e Alessandra Martino; dal 24 gennaio Nunzia Schiano in “Femmene”; dal 7 febbraio “Scatti” un progetto di Pippo Cangiano; il 21 e 22 febbraio Rossella Pugliese in “Rusina”; dal 27 febbraio Franco Oppini e Gigliola De Feo in “Gianni Rodari un’intuizione fantastica”; dal 6 marzo “Le Esperidi” in “Quattro quarti”; dal 13 marzoAlta infedeltà” con Eduardo Saitta;  il 20 e 21 marzo “Our Pino” con Margherita Romeo e Marco D’Anna; dal 27 marzo Massimo Andrei in “Il Cane di fuoco”; il 4 e 5 aprile Sarah Falanga in “Donne Geniali”;  dal 17 aprile Corrado Taranto in “Noi…I Taranto”.

Sono quattro gli spettacoli fuori abbonamento: il 25 e 26 ottobre “Delittanza” con Skaramacay Art factory; il 6 febbraio “Classico e…” con Riccardo Canessa e Francesca Curti Giardina; il 20 febbraio “Homenaje a Paco” con Hermanos, A Virtuoso Guitar Trio; il 23 e 30 aprile “El viento” con Max Puglia e Nuovo Flamenco Napoletano. Infine, si terrà la terza edizione della rassegna “Nuovi Scenari” realizzata da Compagnie non inserite in circuiti professionali: nove serate a partire dal 19 ottobre.

Parte del nuova stagione saranno sei spettacoli dedicati ai bambini nell’ambito di un progetto dal titolo La lanterna magica. di Arte, ricerca, educazione, divertimento che animerà le domeniche pomeriggio nel salotto di Chiaia. Sul palco si alterneranno sei compagnie scelte con cura dal gruppo di artisti de Il Teatro nel Baule – formato da Sebastiano Coticelli, Simona Di Maio e Luca Di Tommaso. 

A inaugurare la rassegna, domenica 27 ottobre ore 17.30, sarà proprio una produzione firmata da Il Teatro nel Baule, che presenta Così lontani così vicini, ovvero come l’anatroccolo imparò a volare, spettacolo per attori e palloncini, con Giuseppe Borrelli e Angelica Di Ruocco, per la regia di Simona Di Maio. Lo spettacolo racconta di un anatroccolo che decide di mettersi in viaggio nella speranza di incontrare qualcuno che gli insegni a volare. Tra anatre maldestre, cani affamati, gatti arroganti, il protagonista affronterà mille difficoltà per diventare abbastanza forte e allo stesso tempo così leggero da spiccare il volo (spettacolo consigliato dai 4 anni in su). 

Tra le compagnie che prenderanno parte alla seconda edizione de La Lanterna Magica, anche Il Teatro dei Sensi Rosa Prìstina, diretto da Susanna Poole, nato nel 2009 a Napoli per dare seguito alla ricerca cominciata con il Teatro de Los Sentidos di Enrique Vargas, che il 10 novembre ore 17.00, 18.00 e 19.00, propone Centoparole, con Rosaria Bisceglia, Sofia Campanile, Roberta Di Domenico De Caro, Susanna Poole, Cinzia Romanucci, spettacolo sensoriale che mette i giovanissimi spettatori al centro della scena, trasformati in piccoli viaggiatori in un mondo immaginario costruito intorno agli archetipi dei quattro elementi naturali (spettacolo consigliato dai 3 agli 8). 

Il 22 dicembre ore 17.30, sarà protagonista la musica con Concerto in platea!, per la regia di Antonio Ascione e Paola Del Giudice de La Fabbrica del Divertimento. Costruito su dialoghi sonori e improvvisazioni musicali per orchestre di bambini, lo spettacolo è una grande festa di musica e suoni. Un concerto che si anima e prende forma già nel foyer, conducendo i bimbi alla scoperta della musica suonata dal vivo, rendendoli non solo spettatori ma coinvolgendoli, fino a creare un trionfo sonoro che unisce platea e palcoscenico (spettacolo consigliato dai 5 anni in su).

Il 5 gennaio ore 17.30, Zaches Teatro porta in scena una delle fiabe più conosciute al mondo, Cappuccetto Rossocon Racconti dal Bosco, spettacolo finalista al Premio Inbox 2019, drammaturgia e regia di Luana Gramegna, interpretato da Enrica Zampetti e Luana Gramegna. Luogo di mistero e fascino, di tentazione e di trasgressione, nel bosco di Cappuccetto Rosso i bambini affrontano pericoli, rischi e paure, vanno coraggiosamente alla ricerca di sé, diventando ad ogni passo un po’ più grandi. Oltre alle parole, saranno i linguaggi del teatro di figura gli strumenti attraverso cui raccontare la storia (spettacolo consigliato dai 4 anni in su).

Domenica 23 febbraio ore 17.30 sarà la volta di Posidonia, testo, regia, scenografia di Chiara Carlorosi, Marco Vergati, con Marco Vergati, Andrea Castellano e le ombre realizzate da Chiara Carlorosi. Una lunga e accurata ricerca scenica in cui il teatro d’attore entra in simbiosi con il teatro d’ombre è la cifra distintiva dei lavori della compagnia Teatro di Carta. Lo spettacolo, finalista al Premio Inbox 2018, racconta del viaggio fantastico alla scoperta del mistero di Posidonia, un regno che la leggenda vuole inabissato nelle profondità dell’oceano, che diventa simbolo di tutto ciò che all’apparenza sembra assurdo e inarrivabile (spettacolo consigliato dai 5 anni in su).

Ultimo appuntamento de La Lanterna Magica, domenica 22 marzo ore 17.30, con l’originalissima proposta del Teatro dei Piedi, che presenta Va’ dove ti porta il piede, scritto e diretto da Laura Kibel, artista che ha collaborato con il Cirque du Soleil, partecipando con la sua particolare tecnica di rappresentazione a numerosi programmi TV in Italia e all’estero. Kibel porta in scena lo spettacolo che l’ha resa celebre, in cui riunisce pezzi storici del suo repertorio internazionale. I protagonisti delle sue brevi storie senza parole sono le parti del suo corpo. Piedi, mani, ginocchia che veste e trasforma in personaggi pieni di umanità e ironia, attraverso i quali affronta temi universali come la lotta tra bene e male, la pace, l’amore (spettacolo consigliato dai 3 anni in su). Sarà media partner de La Lanterna Magica il webzine “Quarta Parete”, che realizzerà in occasione delle sei rappresentazioni, delle speciali interviste video al pubblico di piccoli spettatori che recensirà gli spettacoli dal vivo. 


Per info: 3478437819 oppure 3487335857; info@ilteatronelbaule.itwww.ilteatronelbaule.it