Prendi delle delizie di cioccolato, dal bianco all’extra fondente nelle sue più riuscite lavorazioni, golosamente declinato in varie proporzioni, magari combinato anche con chicche di frutta secca, e proponilo a un pubblico di intenditori e appassionati insieme a un Aglianico, nelle sue varie evoluzioni – nel caso specifico tre – da vino a liquore, a grappa, rispettato nella sua natura, ovvero moderatamente filtrato per precisa scelta qualitativa ed etica. Come risultato, avrai “Sfumature di Cioccolato e Aglianico”, evento di successo ospitato nella storica location del Caffè Gambrinus, da 150 anni raffinato salotto storico di Napoli e location di elezione delle più esclusive convention nel settore dell’eno-gastronomia di qualità.

Gambrinus  Sommelier
L’incontro, a cura della Fondazione italiana Sommelier, sezione Campania, ha visto la partecipazione di Roberto Di Meo dell’Azienda Di Meo; Carmela Cerrone, responsabile per la Campania della Fondazione Italiana Sommelier e Veronica Iannone responsabile per l’area salernitana; Umberto Pignatiello, anima della Theobroma Cioccolateria. Organizzatrice del riuscito momento culturale e degustativo, Romina Sodano, project manager e curatrice eventi del Gran Caffè Gambrinus e responsabile Marketing Fondazione Italiana Sommelier Campania.

Teresa Lucianelli