Un incontro divertente e piacevole con Lucio Rufolo, Fabrizio Mangoni e Maria Teresa Iacomino

Anche se il titolo ricorda il De bello gallico, possiamo concordare che la guerra contro il traffico che attanaglia Napoli sia molto più cruenta di qualsiasi guerra di Cesare. Come fare a sopportare il traffico napoletano? Diciamocelo, nessuno esce vivo dal dedalo di vie, divieti, segnali non rispettati e motorini agitati della bella Partenope. Ecco allora che Lucio Rufolo ci viene in aiuto: conciliando la sua ironia e il suo pragmatismo propone al lettore una serie di progetti all’avanguardia. Dalle soluzioni enigmistiche ai parcheggi alternativi, dall’isola pedonale di Robinson Crusoe al gioco dell’oca per snellire il traffico, fino alle narici catalitiche, ce n’è per tutti: basta armarsi di automobile e via, a chi arriva per primo a destinazione!

In un incontro divertente e piacevole, si dialogherà con Lucio Rufolo che presenterà il suo libro, con letture di Maria Teresa Iacomino, e si gusteranno i sapori di un menu a tema dedicato allo street food. Insieme a loro, anche Fabrizio Mangoni.

Una serata speciale che si terrà al ristorante Mangiafoglia, in via Carducci 32 a Napoli, dove ogni martedì si attraversano cultura e gastronomia in percorsi molto particolari.
Lucio Rufolo: è nato a Contursi Terme. Vive a Napoli dove lavora come medico specialista in malattie dell’apparato respiratorio. Ha pubblicato: “I grandi progetti per la trasformazione del mezzogiorno” (Leonardo Editore), “Per i piccinìn cuore affettat (I figli sò piezz’ ‘e core), Proverbi e detti napoletani tradotti in padano” (Edizioni Cento Autori), “Ho scritto T’avor sulla sabbia, Psicopatologia degli amori nevroticamente infelici” (Photocity Edizioni), “Antologia di Spam River, E-mail d’amore inviate e mai lette” (Homo Scrivens Edizioni). Sul traffico a Napoli ha scritto sul Mattino e sulle pagine napoletane dell’Indipendente. Guida regolarmente una Fiat Tipo, ed è in possesso della patente B.

Fabrizio Mangoni: architetto e docente di Urbanistica presso l’Università Federico II di Napoli. Gastronomo, esperto di dolci (sua la teoria che compara i caratteri umani ai dolci), da anni si occupa di cucina ed enogastronomia. Autore e conduttore di programmi televisivi tra cui si ricordano: Di che pasta sei? con Raffaella Carrà, Rai Due, 1989; Scrupoli, con Enza Sampò, Rai Due, 1990 – 1992; Gazebo Rai Due, 1990; La sfogliatella napoletana, Canale 5, 1998; La cuccagna napoletana per la televisione franco-tedesca Artè, 1998; Dulcis in fundo, Sky – Alice, 2000; Flawours, Sky – Alice, 2000; Saperi & Sapori Danaro TV, 2005; Piacere Pizza Sky – Alice, 2010 – 2012 (anche in versione tedesca per Alice). Interventi a Eat parade Rai Due nel 2011 e nel 2013. È autore del libro Dolcipersone (Guida, 1986). Collabora con riviste di settore. È autore e attore di spettacoli di show cooking.

Maria Teresa Iacomino: psicologa e autrice.

Sfogliare il gusto: L’obiettivo degli incontri è quello d’attraversare con leggerezza le storie, le contaminazioni e le trasformazioni della cultura enogastronomica.
“Meno padelle e più storie!”: questo il motto degli organizzatori Raffaele Aragona, Enzo Caruso, Stefano Civita, Fabrizio Mangoni, Oscar Nicolaus, Lucio Rufolo.

Ristorante Mangiafoglia: ristorante mediterraneo e napoletano a base di pesce e verdura. “Mangiafoglia” perché così erano chiamati i napoletani fino a tutto il ‘700. Una cucina di terra, dunque, che si arricchisce di sughi, potaggi e salse, nonché del pescato della tradizione “luciana” (come venivano chiamati i pescatori del borgo di Santa Lucia).

Sfogliare il gusto

De bello traffico – Vedi Napoli e poi ti muovi

martedì 21 febbraio 2017 ore 20.30

Ristorante Mangiafoglia
via G. Carducci, 32 – 80121 Napoli
tel. 081 414631