Un uomo di 35 anni del Sudan è finito in manette oggi per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate. L’uomo, un richiedente asilo politico originario del Darfour ma residente a Ceraso, è stato catturato dai carabinieri della compagnia di Vallo della Lucania per aver prima ha aggredito la sua compagna causandole diverse ferite, giudicate guaribili in 30 giorni e poi ha tentato di lanciare la figlia di 4 mesi dal terzo piano della propria abitazione.
Soltanto l’intervento dei carabinieri ha evitato che la situazione degenerasse ulteriormente. I militari, con l’ausilio dei vigili del fuoco, sono riusciti a entrare in casa e a bloccare il 35enne che è stato portato nel carcere di Vallo della Lucania.