E’ l’attrice, cantante, conduttrice televisiva e doppiatrice napoletana Serena Rossi la vincitrice della XII edizione del premio Napoli per l’eccellenza 2021 – Civicrazia, l’iniziativa promossa dall’associazione Il Ponte della Civicrazia fondata (nel 1992) e presieduta da Lucia Tilena D’Amico.

Il premio, nato nel 2010 da un’idea di Lucia d’Amico Tilena per dar lustro alla cultura civicratica della città partenopea, rende omaggio a chi, a Napoli e per Napoli, ha fatto dell’eccellenza un obiettivo costante del proprio lavoro. 

L’edizione 2021 premia Serena Rossi che semplice e comunicativa – dall’esordio teatrale in C’era una volta…Scugnizzi alla soap opera Un posto al sole con la quale si è consacrata all’attenzione del grande pubblico sino ai più recenti successi della fiction Rai Mina Settembre e della trasmissione Canzone segreta – con la sua professionalità porta alto e avanti il nome di Napoli.

Ogni anno, con il Patrocinio del Presidente emerito della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano e dell’Università degli studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, il premio Napoli per l’eccellenza civicrazia conferisce il prezioso riconoscimento – la stella civicratica – a personalità d’eccezione che hanno mostrato un particolare impegno in ambito etico e civile e che si sono distinte nel campo artistico-culturale per aver promosso l’immagine partenopea in tutto il mondo.

Tra i premiati delle edizioni precedenti, nomi illustri del panorama artistico e culturale italiano quali: 

Carla Fracci (direttrice del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma); Marina Confalone (attrice); Luca Verdone (regista); Antonello Cascone (direttore d’orchestra); Renato Francesconi (cantante lirico);  Roberto Vona (docente universitario); Clementina Gily (docente universitario); Claudia Cardinale (attrice); Annamaria Akermann (attrice); Giorgio Albertazzi (attore); Ruggero Cappuccio (drammaturgo e scrittore); Pasquale Squitieri (regista); Iaia Forte (attrice); Pino de Maio (cantautore); Lina Sastri (attrice); Ugo Gregoretti (regista); Susanna Pescetti (direttore d’orchestra); Francesco Antonio Grana (giornalista vaticanista); Dario Candela (pianista); Isa Danieli (attrice); Lina Wertmüller (regista); Giancarlo Giannini (attore); Giovanni Esposito (attore); Ilaria de Laurentiis (attrice); Gianpaolo Morelli (attore); Riccardo Zamuner (violinista); Mimmo Liguoro (giornalista); Titta Fiore (giornalista); Antonello Perillo (giornalista); Monica Leone (musicista); Peppe Barra (attore); Tosca D’Aquino (attrice); Maurizio De Giovanni (scrittore); Aurelio De Laurentiis (produttore cinematografico); Ermanno Corsi (giornalista); Alessandro Preziosi (attore); Franca Abategiovanni (attrice); Gea Martire (attrice); Angelo Tonto (artista); Daniela Fontana (arpista); Andrea Ballabio (medico, docente universitario); Cristina Donadio (attrice); Claudio Di Palma (attore e regista); Dino Falconio (notaio, scrittore); Maria Gabriella Mariani (pianista, compositrice); Pierlorenzo Bassetti Marco Gambedotti (stilisti di moda); Raffaele Cantone (magistrato presidente dell’Anac Autorità nazionale anticorruzione); Gianluigi Condorelli (medico e professore universitario direttore del Dipartimento Cardiovascolare dell’Humanitas Research Hospital); Ida di Benedetto (attrice); Salvatore Piscicelli (regista); Claudio Gison (musicologo); Annarita Gemmabella (cantante lirica); Francesco Piccinini (giornalista); Enrico Angelozzi e Alfonso Avitabile (musicisti); Gennaro Annunziata (stilista moda uomo); Alessia Guerriero (per la composizione poetica).