Sono tanti gli eventi all’aperto organizzati dal Fondo per l’Ambiente Italiano nelle sue “Sere FAI d’Estate” per vivere l’incanto del crepuscolo nei luoghi più belli, allungando fino a tarda sera l’orario di apertura dei beni culturali interessati dall’iniziativa. Tra le proposte che godere di luoghi storici e panorami mozzafiato ci sono aperitivi e cene, incontri e passeggiate serali, giochi per bambini e conferenze per adulti. La prenotazione è sempre obbligatoria e va effettuata sul sito www.serefai.it.

Nel programma campano l’appuntamento da stasera, sabato 8, è nella Baia di Ieranto a Massalubrense, dove si potrà fare “Trekking al tramonto” immergendosi nella biodiversità di tre aree naturali protette che uniscono Monte San Costanzo a Monte Croce. L’excursus si potrà fare anche nei giorni che vanno dal 12 al 14 agosto. Dopo la pausa ferragostana, l’iniziativa continuerà dal 19 al 22, per poi riprendere a fine mese nei giorni che vanno dal 26 al 29. In compagnia di guide ambientali AIGAE, si attraverserà un angolo incontaminato della penisola sorrentina, da cui si potrà contemplare uno dei panorami più belli: i Faraglioni di Capri, che, narra Plinio Il Vecchio, le Sirene elessero a propria dimora naturale. Sono immersi nei golfi di Napoli e Salerno, da cui spicca Capri, Nerano, la spiaggia di Marina del Cantone e l’area marina protetta di Punta Campanella.

Da uno dei suoi punti panoramici più belli, martedì 11 e sabato 22 agosto, si potrà partecipare a “Mitiche Stelle: Astronomi per una notte“. Dopo un breve trekking si potrà aspettare il buio e la comparsa del cielo stellato per contemplare le stelle in compagnia dell’astrofilo Piter Cardone, che introdurrà ai miti collegati alle costellazioni e ai progressi compiuti dall’uomo nel campo delle conoscenze astronomiche. Più che a turisti gli itinerari sono adatti ad escursionisti: occorre essere allenati quanto basta per affrontare una camminata di tre ore circa su sentieri con dislivello massimo di 100 metri ma con presenza di tratti esposti. Agli adulti che vorranno prendervi parte, gli organizzatori consigliano scarpe da trekking, acqua, giacca a vento, torcia elettrica, mascherina e gel igienizzante per le mani.