Questa mattina 150 militari dei Comandi Provinciali dei Carabinieri di Avellino e della Guardia di Finanza di Napoli, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo partenopea (pm Woodcock, Landolfi e Rossi), hanno eseguito, tra le province di Avellino e Roma, 14 misure coercitive e il sequestro preventivo finalizzato alla confisca di beni del valore di circa 4 milioni di euro, nei confronti di un’organizzazione malavitosa composta da membri di spicco del c.d. “Nuovo Clan Partenio”, imprenditori e professionisti.

Disposta la detenzione cautelare in carcere per 8 indagati, mentre ad altre 6 persone coinvolte sono stati concessi gli arresti domiciliari. Disposto, inoltre, il sequestro di 5 società (i cui titolari sono tra i destinatari della misura cautelare) e dei relativi beni, crediti, azioni e quote sociali. Secondo indiscrezioni di stampa, si tratterebbe di una struttura di assistenza sociale-residenziale, di due società immobiliari, di una società di consulenza amministrativa e di una attività di ristorazione.