Il procuratore Maria Antonietta Troncone, ha posto i sigilli di uno dei più importanti campi da golf del sud Italia situato a Castel Volturno, in provincia di Caserta. Ieri la Guardia di Finanza ha eseguito il decreto di sequestro preventivo emesso dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. L’area demaniale si estende per circa 300mila metri quadrati e risulta gestita abusivamente da una nota società per azioni di Napoli, attiva nel settore alberghiero.

Secondo le indagini dal primo gennaio 2016, la società avrebbe indebitamente sfruttato l’area demaniale marittima per i propri scopi imprenditoriali, in assenza di un valido titolo concessorio. Inoltre, la stessa società, avrebbe omesso il versamento del relativo canone dal 2011; la concessione risultava scaduta dal 2015 e non è mai stata rinnovata o prorogata dal Comune di Castel Volturno.

L’intervento dei finanzieri ha così interrotto la prosecuzione del reato previsto dall’art. 1161 del Codice della Navigazione (Art. 1161 – Abusiva occupazione di spazio demaniale e inosservanza di limiti alla proprietà privata) e l’indebito sfruttamento economico del bene pubblico in danno della sana concorrenzialità del mercato.