Erano potenzialmente cancerogeni i 5.500 libri destinati ai bimbi e sequestrati dagli agenti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli.


Durante un controllo di routine su strada, le fiamme gialle hanno fermato un camion che trasportava i volumi, senza la relativa documentazione fiscale che ne attestasse la provenienza. Il mezzo è stato intercettato all’altezza dell’uscita Capodichino della tangenziale di Napoli, alla guida un 53enne di Trieste.

I Baschi Verdi di Napoli hanno scoperto che sul camion venivano trasportati i libri “Sfida il Signor S con Luì e
Sofì
”, sprovvisti di indicazione riguardo la casa produttrice, ma anche assemblati con materiali di scarsa qualità e
potenzialmente cancerogeni.


I volumi, che avrebbero “fruttato” oltre 50 mila euro di guadagni illeciti, sono stati sottoposti a sequestro e il responsabile è stato denunciato per contraffazione e ricettazione.