Questa mattina a Nola, in provincia di Napoli, gli agenti del Comando provinciale della Guardia di Finanza hanno sequestrato una stamperia abusiva, completamente sconosciuta al Fisco, all’interno della quale venivano prodotti e confezionati capi di abbigliamento contraffatti e materiale pubblicitario. Denunciato il titolare, un 31enne di Nola, per contraffazione, violazioni in materia ambientale, di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il locale scoperto dai finanzieri della Compagnia di Ottaviano, circa 150 metri quadri, si trova al piano terra di un palazzo, all’interno del quale era stata allestita una vera e propria “fabbrica del falso”. Sequestrato l’opificio, i materiali, le attrezzature ad alto tasso tecnologico e 60 cliché grafici riportanti note griffe contraffatte e magliette in corso di lavorazione.

Infine le Fiamme Gialle hanno scoperto all’interno dell’opificio anche 225 litri di gel igienizzante per mani non a norma, privo delle autorizzazioni ministeriali, e 110 kg di rifiuti costituiti da scarti di lavorazione.