Ci sono testi teatrali talmente tendenti alla perfezione da sottoporre  l’autore allo sforzo di continue rielaborazioni. E’ quello che accadde al “Caligola” di Albert Camus, che torna in scena giovedì sera alle 21 al Palazzo Coppola di Valle/Sessa Cilento (Salerno) nell’ambito di “Segreti d’Autore”, il Festival ideato da Ruggero
Cappuccio e diretto da Nadia Baldi. 

Protagonista di questa opera meravigliosa, scritta nel 1938 e sottoposta a revisioni durate 20 anni, è Vinicio Marchioni, che trasforma l’imperatore romano in corpo linguistico, rappresentazione politica, filosofica, poetica e teatrale. La carne, il potere, l’amore e il sangue si fanno parola, azione, dramma, commedia e tragedia.

Se il mondo è governato dall’ingiustizia e dal caso, allora non resta altro da fare che rifugiarsi in una lucida follia, oltrepassando le regole della vita e della morte. Adeguandosi alla malvagità del
destino, nell’affannosa e vana ricerca di libertà e purezza.

In scena, ad accompagnare Marchioni, la performer Milena Mancini, che ha curato anche i costumi.

Sempre giovedì, dalle 17 alle 20, la dottoressa Martina Baldi terrà un laboratorio dal titolo “Fiori di Bach e immagini Archetipiche- tra fiabe e tarocchi”, un viaggio dentro noi stessi alla ricerca del riequilibrio emozionale. Per trasformare le ombre in risorse e sviluppare positività e consapevolezza.

L’ingresso sarà consentito fino ad esaurimento posti solo su prenotazione all’indirizzo di posta elettronica info@segretidautore.it.
Per poter assistere gratuitamente allo spettacolo o partecipare al laboratorio sarà necessario esibire al
personale addetto la copia della e-mail di conferma.