Una villa confiscata al clan Somma-Rocca, egemone nell’area nolana, diventerà la sede del comando di reparto territoriale della Guardia di Finanza di Nola, dietro manifestazione d’interesse di quest’ultima. La decisione è dell’Agenzia Nazionale dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.

La confisca, avvenuta mercoledì 8 luglio in via degli Albertini, riguarda un immobile formato da una villa e da un capannone industriale usato in passato come opificio. Parte del terreno su cui sorge è stata impiegata finora per l’allevamento degli animali. Si tratta di 700 metri quadrati per un valore complessivo di dieci milioni di euro.