In relazione al programmato ritorno in presenza nelle scuole, compatibilmente con la situazione epidemiologica, la Regione Campania ha chiesto e ottenuto l’invio di 350.000 test antigenici, che arriveranno alla fine di questa settimana. In tempi brevi sarà definito un programma di screening a tappeto per il personale scolastico, e anche per i lavoratori del trasporto pubblico“, fa sapere in una nota la Regione Campania, in vista del ritorno in classe.

La Regione intanto ha stabilito che fino al 9 gennaio le lezioni in presenza saranno sospese per la scuola dell’infanzia, la prima e la seconda classe della scuola primaria, le pluriclassi della scuola primaria che comprendano la prima e/o la seconda. Per questi studenti la campanella tornerà a suonare lunedì 11 gennaio; per le altre tre classi della scuola primaria le lezioni saranno sospese almeno fino al 17 gennaio. Sospese fino al 24 gennaio le attività didattiche in presenza della scuola secondaria di primo e secondo grado, dei laboratori scolastici e le attività in presenza di formazione, anche diversa da quella scolastica.

È consentito ai sindaci – si legge nel provvedimento della Regione – sulla base di situazioni di peculiare criticità accertate con riferimento ai territori di competenza, l’adozione di provvedimenti di sospensione delle attività in presenza di altre misure eventualmente necessari. Resta demandata ai dirigenti scolastici la verifica delle ulteriori condizioni, anche relative al personale in servizio, per l’esercizio in sicurezza dell’attività didattica“.