È partito ufficialmente questa mattina il conto alla rovescia per l’inizio delle lezioni nelle scuole italiane, chiuse a marzo a causa del lockdown per il contenimento dell’emergenza Coronavirus. Intanto, come previsto dal Ministero dell’Istruzione, il prossimo 14 settembre studenti e professori dovrebbero tornare in aula, tra mascherine e distanziamento. “Giovedì incontreremo tutte le componenti del mondo della scuola. Come annunciato, avremo un quadro più completo della situazione e si potrà valutare ogni decisione sulla base di dati oggettivi”: così in un post su Facebook, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

E proprio la Campania è tra le Regioni che potrebbero decidere di posticipare il suono della campanella del nuovo anno scolastico. Sono tante infatti le preoccupazioni, motivate dal fatto che nella nostra regione i contagi in questi giorni hanno sfiorato le 200 unità, facendo crescere l’andamento della curva epidemiologica. E poi in Campania si aggiunge anche l’appuntamento elettorale per il rinnovo del consiglio Regionale: per questo De Luca potrebbe decidere di posticipare dopo le urne la riapertura delle aule.

Intanto sono in arrivo in Campania kit e corredi didattici standard e innovativi, strumenti per la didattica digitale integrata, quaderni, astucci, diari per le ragazze e i ragazzi meno abbienti, acquistati dalle scuole campane con i fondi stanziati dal Ministero dell’Istruzione. Si tratta di 456.800 euro, di cui beneficeranno 571 istituti scolastici scelti sulla base di precisi parametri: è stata data priorità a quelli con indici più alti relativi a dispersione scolastica e disagio negli apprendimenti e in base allo status socio-economico della popolazione di riferimento. Una misura voluta dalla Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.    “Questa estate, insieme alle misure e alle risorse per la ripartenza – sottolinea la ministra Lucia Azzolinaabbiamo voluto dare un segnale concreto alle famiglie in difficoltà. Abbiamo dato soldi direttamente alle scuole per libri e kit didattici. Un finanziamento diretto che consente di venire subito incontro, con acquisti immediati, alle esigenze delle studentesse e degli studenti“. Nelle scorse settimane, sono state anche distribuite le risorse che consentiranno di fornire agli studenti delle famiglie in difficoltà libri gratis. Un beneficio che in Campania riguarderà 74.434 fra ragazze e ragazzi delle secondarie di primo e secondo grado.

E proprio la Campania è tra le Regioni che potrebbero decidere di posticipare il suono della campanella del nuovo anno scolastico. Sono tante infatti le preoccupazioni, motivate dal fatto che nella nostra regione i contagi in questi giorni hanno sfiorato le 200 unità, facendo crescere l’andamento della curva epidemiologica. E poi in Campania si aggiunge anche l’appuntamento elettorale per il rinnovo del consiglio Regionale: per questo De Luca potrebbe decidere di posticipare dopo le urne la riapertura delle aule.

Intanto sono in arrivo kit e corredi didattici standard e innovativi, strumenti per la didattica digitale integrata, quaderni, astucci, diari per le ragazze e i ragazzi meno abbienti, acquistati dalle scuole campane con i fondi stanziati dal Ministero dell’Istruzione. Si tratta di 456.800 euro, di cui beneficeranno 571 istituti scolastici scelti sulla base di precisi parametri: è stata data priorità a quelli con indici più alti relativi a dispersione scolastica e disagio negli apprendimenti e in base allo status socio-economico della popolazione di riferimento. Una misura voluta dalla Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.    “Questa estate, insieme alle misure e alle risorse per la ripartenza – sottolinea la ministra Lucia Azzolinaabbiamo voluto dare un segnale concreto alle famiglie in difficoltà. Abbiamo dato soldi direttamente alle scuole per libri e kit didattici. Un finanziamento diretto che consente di venire subito incontro, con acquisti immediati, alle esigenze delle studentesse e degli studenti“. Nelle scorse settimane, sono state anche distribuite le risorse che consentiranno di fornire agli studenti delle famiglie in difficoltà libri gratis. Un beneficio che in Campania riguarderà 74.434 fra ragazze e ragazzi delle secondarie di primo e secondo grado.