Sa di beffa lo screening annunciato per le scuole, in vista di una possibile riapertura delle materne e delle prime elementari. Questa mattina dalle 8 la nostra redazione ha più volte provato a contattare il numero verde 800 814 818 per effettuare le prenotazioni del test antigenico. La giornata inizia con il risponditore automatico, che invita a riprovare in un altro momento, in quanto le linee sono sovraccariche e ‘’il tempo di attesa stimato è di 75 minuti’’. Insomma sembra un’impresa titanica volersi preparare per tornare in classe in tutta sicurezza.  In una successiva telefonata ci viene detto “Gentile utente a causa dell’intenso traffico le linee sono momentaneamente indisponibili“. E poi ancora, le telefonate si sono susseguite nel corso della mattina e in un altro tentativo ci viene detto che  “Se vuole registrare un numero di telefono a cui vuole essere ricontattata il più presto possibile digiti 9...”.

Intanto i cittadini infuriati, stanno scrivendo all’indirizzo mail della Regione, protestando contro il disservizio. Intanto  l’Unità di crisi corre ai ripari e si appella all’ennesimo “chiarimento”. “In considerazione dell’elevato numero di richieste pervenute al numero verde istituito per raccogliere le prenotazioni, si chiarisce quanto segue: 1) Lo screening viene effettuato con test antigenici. Non si tratta quindi di tamponi molecolari. 2) Il test è gratuito, completamente a carico del Servizio sanitario regionale. 3) È volontario, ed è riservato esclusivamente agli alunni fino a 6 anni, ai genitori/conviventi ed eventuali altri figli, oltre che al personale scolastico docente e non docente” spiegano dalla Regione. Ma intanto gli utenti, con santa pazienza, cercano di provare e riprovare, sperando che sia la volta buona!