Scoperti nel napoletano 17 cani adulti e 24 cuccioli di razza barboncino, bulldog francese, lagotto e chihuahua, tutti privi di microchip e tenuti in pessime condizioni igieniche all’interno di gabbie da trasporto. I carabinieri di Pompei, in un’operazione congiunta condotta con il Nucleo cinofili di Sarno, i carabinieri forestali di Castellamare di Stabia e il personale dell’Asl Napoli 3 Sud, hanno scoperto un allevamento abusivo di cani di razza, ricavato all’interno della residenza privata di un 42enne, già noto alle forze dell’ordine.

L’irruzione dei militari è avvenuta nella prima mattinata di ieri, quando i militari hanno perquisito l’abitazione dell’uomo, trovando diversi esemplari di cani.

Inoltre i carabinieri hanno rinvenuto più di 400 sacchi e 74 scatole in alluminio contenenti alimenti per animali scaduti. L’uomo è stato denunciato per maltrattamento di animali, e sanzionato per un importo di 8mila euro in relazione alle numerose violazioni amministrative riscontrate. Gli animali sono stati dati in custodia ai veterinari di una struttura idonea, che li hanno presi in carico.