Scatola nera sui bus ANM. E’ lotta ai falsi sinistri stradali
Presentato un Piano di azione per aggredire il fenomeno: sinistri dimezzati e premi assicurativi in netto calo.

A partire da gennaio l’intera flotta su gomma ANM, 600 autobus,  sarà dotata di “scatola nera” la tecnologia in grado di monitorare i veicoli,  tracciare come per gli arerei ogni istante di vita dei bus e certificare la dinamica di eventuali sinistri.  Con il “road scan” a bordo, l’obiettivo è aggredire il fenomeno dei falsi sinistri stradali, contenere la spesa e liberare risorse per migliorare il servizio.

La nuova tecnologia si inserisce  nel più ampio Piano di “gestione dei rischi”, avviato dal 2012 dall’Azienda Napoletana Mobilità in partnership con il broker assicurativo AON. I primi risultati sono stati presentati questa mattina  in conferenza stampa dall’Amministratore Unico Alberto Ramaglia alla presenza dell’Assessore al Bilancio del Comune di NapoliSalvatore Palma e alla Mobilità Mario Calabrese.
Ad oggi la nuova strategia di gestione dei rischi e di contrasto alle frodi assicurative adottata dall’azienda ha già portato ad una riduzione del costo assicurativo medio unitario per veicolo del 30%. Il risparmio ottenuto, a parità di parco assicurato, è di oltre 3 milioni di euro. Un obiettivo particolarmente importante considerato che la spesa assicurativa costituisce la principale voce di costo in bilancio dopo quella del personale.

Nella sede ANM, un team specializzato lavora esclusivamente sull’analisi delle richieste di risarcimento. Verifiche continue e collaborazione con le compagnie assicurative e le forze dell’ordine, hanno già consentito di ridurre sensibilmente i tentativi di truffa: il numero di sinistri è infatti passato da una media annua di 4.400 nel quadriennio 2008-2011 ad una media annua di 2.300 per il triennio 2012-2015. Ridotta nettamente anche la media annua dei sinistri calcolata per veicolo, da 6 eventi registrati nel 2011 si passa agli 1,3 del 2015. Il risultato  di questa nuova strategia è una netta inversione di tendenza del costo del premio unitario RCA che nel 2015 scende a 14mila euro rispetto ai 21 mila degli anni precedenti.

“Il mercato delle assicurazioni ha detto Alberto Ramaglia Amministratore Unico ANM, trova oggi nella nostra azienda un’organizzazione capace di “proteggersi” e dribblare i truffatori. Un vantaggio che intendiamo consolidare attraverso l’ulteriore riduzione dei costi e  un migliore rapporto tra sinistro e premio. Tenere sotto continua osservazione il fenomeno e denunciare ogni ipotesi di truffa è una buona pratica che sta già dando i suoi frutti, in primis maggiore credibilità sul mercato assicurativo e tutela dell’azienda nei confronti del caro assicurazioni”.

Per l’Assessore al Bilancio Salvatore Palma, “le azioni messe in campo da ANM sono coerenti con l’indirizzo delineato dall’Azionista Comune di Napoli nel Piano Industriale di fusione della società unica di trasporto per l’efficientamento delle partecipate. I risultati economici conseguiti già in questa prima fase, dimostrano come con una gestione efficiente è possibile generare economie di scala e recuperare risorse da destinare al miglioramento dei servizi”.

L’Assessore Mario Calabrese ha invece sottolineato  “l’impegno dell’amministrazione sul piano degli investimenti in infrastrutture e servizi per il rilancio e l’integrazione piena dei trasporti. La gara per l’acquisto di 10 nuovi treni della metropolitana e di nuovi 60 bus finanziati con fondi europei è a buon punto. Ieri,  ha fatto sapere ai giornalisti, si è riunita la Commissione di gara per l’assegnazione provvisoria della commessa fissata entro marzo 2016”.

La soluzione telematica. ANM è la prima azienda di trasporto pubblico in Campania e tra le prime in Italia a scegliere la tecnologia veicolare “road scan” che garantisce il monitoraggio continuo dei veicoli e permette di tracciare  e certificare la dinamica di eventuali sinistri. La piattaforma telematica alimentata con sistema wi-fi, è costituita da una scatola nera munita di accelerometro tiassiale, integrata con due telecamere rispettivamente in grado di visualizzare la strada di fronte al veicolo e l’interno dell’autobus. Posizionato sul parabrezza anteriore dei veicoli, nel caso in cui si verifichi un sinistro, registra in automatico i dati di marcia e le immagini relative all’evento offrendo una ricostruzione rapida della dinamica dell’incidente a tutela del patrimonio ANM rispetto a comportamenti fraudolenti (frodi assicurative, false testimonianze, false denunce di infortunio a bordo), e della sicurezza di utenti e autisti.

A proposito dell'autore

Post correlati